Home Storia e Curiosità Costume I 25 stereotipi errati a cui crediamo da una vita… Prima parte

I 25 stereotipi errati a cui crediamo da una vita… Prima parte

CONDIVIDI SU

Quante volte vi è capitato di sentire la frase: “È stata la Coca Cola a inventare Babbo Natale vestito di rosso” oppure, “non ti preoccupare se non capisci la matematica, figurati che Einstein è stato addirittura bocciato in matematica” oppure ancora “la Muraglia Cinese la puoi vedere perfino dallo spazio”. Ecco, prendere tutte queste nozioni che vi hanno accompagnato fin da piccoli e buttatele tutte perché sono SBAGLIATE!

Abbiamo passato la vita a credere a bugie come fossero verità assolute, perché tramandate di generazione in generazione e forse raccontate da persone a cui attribuivamo una certa autorità, come un genitore o un insegnate e quindi non si è mai sentita l’esigenza di andare a verificare.

Fortunatamente esiste Wikipedia con la sua inesauribile fonte di informazione quotidiana, a volte al limite dell’errore (se non oltre) a volte grande catalogo del sapere umano da cui attingere quotidianamente. Tra le sue infinite pagine ne ha una davvero curiosa dedicata alla lista degli stereotipi errati. Per non appesantire troppo la vostra lettura ho deciso di dividerli in due capitoli, mi raccomando non perdetevi anche il prossimo. Alcuni degli stereotipi errati che vi propongo sono davvero succulente e incredibili, dopo avrle letti tutti e 50 la vostra vita cambierà…
(ecco anche il link della seconda parte)

1Buddha Sovrappeso

Buddha storicamente non era sovrappeso.
Il “chubby Buddha” (Buddha paffuto) o “laughing Buddha” (Buddha che ride) che siamo abituati a vedere era un eroe popolare cinese con il nome di Budai del 10° secolo. Nella cultura buddista cinese Budai era venuto per essere venerato come incarnazione di Maitreya, il Bodhisattva che diventerà un Buddha per ripristinare il buddismo dopo gli insegnamenti del Buddha storico.

2Il frutto proibito

Nel libro della Genesi non si parla mai esplicitamente di una mela quando viene fatto riferimento al “frutto proibito”. Il testo originale in ebraico parla solo di “albero” e di “frutto”, mentre le prime traduzioni in latino usano la parola “mali”, che può essere interpretata sia come “male” che come “mela”. Inizialmente nella lingua germanica la parola “mela” indicava in generale la frutta. Fu nel 12esimo secolo che gli artisti francesi e tedeschi iniziarono a rappresentare il frutto proibito come una mela.

3Re Magi

Nella Bibbia non c’è mai un riferimento esplicito al fatto che fossero tre i magi che fecero visita a Gesù bambino, né che fossero re arrivati cavalcando dei cammelli, e non ci sono nemmeno riferimenti ai nomi Gaspare, Melchiorre e Baldassarre. Si dice che furono tre perché Gesù ricevette tre regali, ma solo a partire dal III secolo iniziarono a essere rappresentati nei dipinti. Nella Bibbia non è nemmeno indicato il momento in cui fecero visita a Gesù; la scelta del 6 gennaio si attestò lentamente nel cristianesimo.

4Einstein e la scuola

Albert Einstein non ha mai avuto problemi con la matematica a scuola, né fallì mai esami in questa materia. La convinzione deriva da un articolo pubblicato su di lui e al quale lo stesso Einstein rispose dicendo: “Ho sempre passato i test di matematica: prima di avere 15 anni padroneggiavo già il calcolo differenziale e gli integrali”. Einstein fallì solo il test d’ingresso al Politecnico federale di Zurigo nel 1895, ma ottenendo comunque un ottimo punteggio nelle sezioni di matematica e scienze, al secondo tentativo passò.

5Martiri Islamici

Il Corano non promette ai martiri islamici la compagnia di 72 vergini in Paradiso, ma indica più genericamente la presenza di compagne vergini per tutti.

6I biscotti della fortuna

I biscotti della fortuna che vediamo spesso nei film e nelle serie americane, e che ora si sono diffusi anche in qualche ristorante cinese da noi, non hanno avuto origine in Cina: furono inventati in Giappone e poi fatti conoscere negli Stati Uniti. È molto raro trovarli in Cina, dove sono comunque riconosciuti come uno dei simboli della cucina statunitense.

7Christmas o Xmas?

La parola “Xmas” non è stata ideata per cercare in qualche modo di secolarizzare il Natale, togliendo “Christ” (“Cristo”) dalla parola che in inglese descrive la festività, e che è molto diffusa in tutto il mondo. La “X” deriva dalla lettera “chi” dell’alfabeto greco, usata nella parola Χριστός (Christos). “Xmas” nella lingua inglese comparve intorno all’anno Mille in Gran Bretagna: ci sono diversi manoscritti in cui per praticità fu usata la X al posto dell’intera parola “Cristo” nelle trascrizioni. L’Oxford English Dictionary segnò per la prima volta “Xmas” nella sua edizione del 1551.

8Il bagno dopo pranzo

Farsi una nuotata dopo aver finito di mangiare da meno di un’ora non fa aumentare il rischio di avere crampi allo stomaco o di affogare. Non sono mai state trovate evidenze scientifiche convincenti in tal senso.

9Il lavoro di Maria Maddalena

Il fatto che Maria Maddalena fosse una prostituta prima di incontrare Gesù non è scritto nella Bibbia. Nel Vangelo di Luca c’è un passaggio dove si parla di una donna con una reputazione da peccatrice (che potrebbe significare prostituzione), questo poco prima che nella storia si parli per la prima volta di Maria Maddalena. La Chiesa Cattolica invece aveva storicamente affermato che si riferisse alla stessa donna. Ma non vi è alcuna prova diretta nella Bibbia di un tale collegamento, la maggior parte degli studiosi moderni affermano che la Maddalena molto probabilmente non una prostituta. A oggi anche la Chiesa Cattolica non è più sicura che i due brani dal Vangelo di Luca si riferiscono alla stessa persona.

10I Vichinghi

Non ci sono sufficienti evidenze storiche per dire che i vichinghi indossassero elmetti con le corna: questa convinzione maturò intorno al 1876, con le prime messe in scena dell’opera lirica “L’anello del Nibelungo” di Richard Wagner.

11Espresso o Caffè Americano

Una tazza di caffè americano contiene più caffeina rispetto a un espresso: in molti sono convinti del contrario perché l’espresso con il suo gusto più intenso dà l’idea di essere un concentrato di caffeina, ma la quantità di questa sostanza è molto maggiore nel caffè più lungo all’americana, anche se al gusto sembra più annacquato.

12La vita nel medioevo

È vero che l’aspettativa di vita in epoca medievale era più bassa rispetto alla nostra, tuttavia da questo non si deve dedurre che le persone morissero intorno ai 30 anni. Il calcolo sull’aspettativa di vita è fortemente condizionato dall’alto tasso della mortalità infantile, tra le altre cose. Un uomo di 21 anni in Inghilterra aveva, in epoca medievale, buone possibilità di vivere fino a 64 anni.

13Telefono rosso

Non è mai esistito un “telefono rosso” su una linea telefonica sicura tra Mosca e Washington durante la Guerra Fredda. Non ci fu mai una linea telefonica vera e propria, a dirla tutta, ma una linea con telescrivente, sostituita poi da un fax. Dal 2008 c’è un collegamento sicuro per lo scambio di email, ma tra il Cremlino (la sede del governo russo) e il Pentagono (la sede della Difesa statunitense), non con la Casa Bianca.

14Il colore del sole

Il Sole ci appare bianco sia quando è visto dallo spazio sia quando è alto in cielo in una giornata limpida sulla Terra. La sua diversa colorazione all’alba e al tramonto, o in particolari condizioni atmosferiche, è dovuta ai fenomeni di rifrazione e di interazione dei raggi solari con le molecole in sospensione nell’atmosfera. Nonostante questo, fin da quando siamo bambini associamo nella nostra mente il Sole al colore giallo e non è ancora chiaro perché, forse c’entra il fatto che possiamo osservarlo a occhio nudo solo quando è molto filtrato dalle perturbazioni atmosferiche e ci appare giallo-arancione.

15La lampadina

Non fu Thomas Edison a inventare la lampadina, prima di lui ci furono molti altri inventori che studiarono e perfezionarono questa invenzione, compreso Alessandro Cruto, un inventore di Piossasco (Torino) che realizzò una lampada a incandescenza prima di Edison.

16I tori e il colore rosso

I tori sono indifferenti al colore rosso usato nei teli dei toreri: come buona parte dei bovini, questi animali non vedono il rosso come noi, ma un colore grigiastro. Sono i movimenti del telo e del torero a fare irritare il toro, che percepisce un pericolo.

17I pipistrelli possono vedere?

I pipistrelli non sono ciechi: tutte le specie di questi animali hanno occhi in grado di vedere, e solo il 70 per cento di loro utilizza un sistema di ecolocalizzazione per orientarsi nello spazio. Diverse specie di pipistrelli non dispongono di un sistema di ecolocalizzazione e hanno semplicemente una buona vista notturna.

18Babbo Natale e la Coca-Cola

La classica immagine di Babbo Natale con il suo vestito rosso non fu creata da Coca-Cola per una sua pubblicità. L’azienda iniziò a utilizzare la sua immagine intorno agli anni Trenta, quando erano già state usate da decenni rappresentazioni di un uomo panciuto con barba e capelli bianchi, vestito di rosso o in altri colori.

19Fornication Under Consent of the King

La parola “fuck” non ha avuto origine nel 7 ° secolo dC come acronimo di “Fornication Under Consent of the King” (fornicazione sotto consenso del Re) oppure “For Unlawful Carnal Knowledge”, la leggenda dice che quando le persone volevano avere un figlio dovevano chiedere il permesso alla monarchia che gli forniva una placca da appendere alla porta durante le loro relazioni sessuali, ma questo è impossibile perche parole come “fornicazione” e “consenso” non sono esistite fino al tardo 12° secolo grazie alle influenze anglo-normanna. Il primo uso documentato della parola “fuck” in inglese si trova nella poesia “Flen flyys” del 1475, dove c’è scritto fuccant (coniugato come un verbo latino che significa “scopano”) ed è di origine proto-germanico legata a Fokken olandese, ficken tedesco o fukka norvegese.

20Dove sudano i cani

I cani non sudano dalla lingua e basta come credono in molti: hanno ghiandole sudorifere anche sotto alle zampe, responsabili di buona parte della sudorazione. La lingua ricopre comunque un ruolo centrale nella termoregolazione dei cani.

21La vergine di Norimberga

Non ci sono prove certe che la Vergine di Norimberga o Iron Maidens sia stata inventata nel Medioevo o che addirittura venisse utilizzata per le torture. Quello che è certo è che nel 18° secolo sono stati ritrovati alcuni reperti di diverso tipo che poi messi insieme hanno dato vita a questo oggetto diventato spettacolare e esposto nei musei a scopo commerciale.

22Radersi a Zero

Radersi a zero non rende i capelli più spessi o resistenti: semplicemente capelli e peli sono più spessi alla base e quindi all’inizio della ricrescita danno quell’impressione.

23Quanto era alto Napoleone Bonaparte

Napoleone Bonaparte non era basso, era anzi più alto della media dei francesi del tempo. La sua altezza fu rilevata dopo la sua morte sull’Isola di Sant’Elena nel 1821: risultò di 1,69 m. L’appellativo “piccolo caporale” secondo alcuni storici gli fu attribuito in senso affettuoso da giovane e non per motivi legati alla statura.

24Digerire una gomma da masticare

Il nostro organismo non impiega sette anni per digerire una gomma da masticare se viene accidentalmente ingoiata: buona parte dei suoi componenti sono indigeribili, quindi passano banalmente attraverso l’apparato digestivo fino a essere espulsi, tali e quali a come erano entrati.

25Chi ha inventato l’automobile?

Non fu Henry Ford a inventare l’automobile e nemmeno la catena di montaggio. Quest’ultima esisteva già da tempo sotto varie forme, Ford ebbe la capacità di mettere in pratica le idee di alcuni suoi tecnici e dipendenti per ottimizzarne la resa.

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l’occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio.
In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce…