Per noi è importante darvi sempre notizie di spessore, per questo non potevamo esimerci dal comunicarvi che è ufficialmente stata data la notizia della Toei Animation che nel 2020 usciranno ben due film per concludere la saga Crystal di Sailor Moon: Sailor Moon Eternal. Il lungometraggio animato in due parti intitolato Bishoujo Senshi Sailor Moon Eternal (Pretty Guardians Sailor Moon Eternal The Movie), andrà a coprire l’arco narrativo riguardante il Dead Moon Circus (chiamato Circo della Luna Spenta nell’adattamento italiano dell’anime anni ’90) e che fungerà da sostituto per la quarta stagione dell’anime.

Tutto accadrà esattamente in concomitanza con il 25° anniversario della guerriera che veste alla marinara.

Come segnalano anche Crunchyroll e WOWJapan, durante l’evento di presentazione sono state date alcune anticipazioni sul progetto, tra cui un video con i nuovi character design delle guerriere Sailor – realizzati da Kazuko Tadano, character designer dell’anime anni ’90 – e la key visual con protagoniste Sailor Moon e Chibiusa.

Chiaki Kon, regista della terza stagione di Crystal, sarà al timone della produzione, mentre Kazuyuki Fudeyasu farà da sceneggiatore.

Torneranno anche le doppiatrici di Crystal, Kotono Mitsuishi (Usagi Tsukino/Sailor Moon), Hisako Kanemoto (Ami Mizuno/Sailor Mercury), Rina Satou (Rei Hino/Sailor Mars), Ami Koshimizu (Makoto Kino/Sailor Jupiter), Shizuka Itou (Minako Aino/Sailor Venus) e Misato Fukuen (Chibiusa/Sailor Chibi).

Inoltre, come riportato anche su AnimeNewsNetwork, dal 1 luglio 2019 il manga di Naoko Takeuchi sarà nuovamente edito, questa volta in formato digitale, con traduzione in dieci lingue. Non si conoscono ancora le specifiche, ma sicuramente non tarderanno ad arrivare ulteriori informazioni al riguardo.

I fan di Sailor Moon non possono che essere molto soddisfatti!

Elisa Sirtori
Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.