copertina del libro di Sara Alfieri "L’abito invernale"

L’abito invernale di Sara Alfieri è un romanzo corale, una saga familiare in due volumi che ripercorre quasi un secolo di storia. La vicenda prende le mosse nel 1942, anche se il libro si apre con una narrazione dei fatti che risale al 2015 per poi ritornare indietro nel tempo. Siamo in Franca e colui che è considerato il capostipite della famiglia Maladian, sta fuggendo in America per evitare il triste destino della deportazione nei campi di concentramento, destino a cui il resto della famiglia è destinata. André, questo il nome del protagonista principale di tutta la storia, fa il sarto e si stabilisce nel Bronx, portandosi dietro il suo bagaglio di dolore e ricordi. Non si parla solo di André in questo romanzo, ma possiamo dire che si tratta di una storia corale, in cui incontriamo numerosi protagonisti, che con André stringono legami di amicizia o di parentela. Quello che più di tutto appassiona il lettore in questo percorso famigliare sono le vicende tra la famiglia Maladian e la famiglia Deauville, con i suoi numerosi membri che crescono sia fisicamente che caratterialmente, intessono legami sentimentali volti al futuro, ma senza dimenticare il passato, di cui si trascinano conseguenze di “colpe” di cui non sono ben consapevoli. Ogni personaggio vi colpirà per l’intensità del suo vivere e sentire il mondo. Tra questi c’è Carole, la nipote di André, donna sensuale dagli occhi di un blu intenso e attratta dal mondo del teatro, ma che porta con sé il dolore per la morte violenta della madre, dolore che si trasformerà in risentimento per il padre, per la matrigna e per quanti entreranno a far parte in qualche modo della sua vita. Oltre a mettere in risalto i sentimenti dei protagonisti, l’autrice tratta anche temi importanti come la libertà conquistata e la rinuncia. La prima è rappresentata proprio dall’abito che André prima deve confezionare per la donna che ama e che deve lasciare in Francia e poi da quello che crea per sua nipote. La rinuncia coinvolge un po’ tutti i personaggi, come se fosse un marchio di famiglia: c’è chi rinuncia ad un amore, chi ad una passione, chi ai sogni. Tante sono le sfumature che ci vengono mostrate in questa storia che, come una lanterna magica, illumina tante microstorie su cui il lettore si appassionerà e questo grazie anche allo stile di Sara Alfieri, che ci racconta con eleganza, pacatezza e linearità una storia dai tratti noir. Le ombre dei protagonisti sono ben rappresentate da un linguaggio accurato, ben pensato, che accompagnano con attenzione le vite che ci vengono presentate. Un altro aspetto che subito salta all’occhio del lettore è l’accuratezza delle descrizioni, degli sfondi naturalistici, ma anche i riferimenti alla storia vera, a partire dai tragici eventi del secondo conflitto mondiale. L’intreccio è ben costruito e reso accattivante da quello che possiamo definire un salto temporale che partendo dall’oggi porta il lettore a ritroso nel tempo e a seguire l’evolversi delle vicende così come cresce e si evolve la famiglia di André Maladian. L’abito invernale è un romanzo che parla del passato, del presente e perché no, anche del futuro.

Titolo: L’abito invernale
Autore: Sara Alfieri
Genere: Narrativa contemporanea
Casa Editrice: Casa Editrice Kimerik
Collana: Kimera
Pagine: Tomo1: 510; Tomo2: 724
Prezzo: 28,00 €
Codice ISBN: 978-88-937-59-885

Contatti https://www.kimerik.it/Home.asp

Booktrailer del romanzo L’abito invernale

Link di vendita
https://www.amazon.it/Labito-invernale-Sara-Alfieri

https://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=3512