Il gitano copertina libro

“È più facile correggere la figura sullo specchio che cercare di cambiare lo sguardo che la perfora”: sono le parole di Morea Blanco, la protagonista del romanzo Il gitano di Martina Collu. La donna ha appena effettuato una visita dal chirurgo plastico per rifarsi il seno e riflette sulla sua condizione: da sempre fragile e insicura, non sa se sottoporsi all’intervento quando il vero problema è nel suo sguardo e nel modo in cui si giudica. Morea è infatti cresciuta in un ambiente opprimente a causa di una madre iper protettiva e preda di un ottuso fanatismo; con i suoi comportamenti ha isolato la figlia, non solo fisicamente ma anche mentalmente, non permettendole di evolversi nella direzione che più desiderava. Morea cresce inoltre nella claustrofobica Gibilterra, “una striscia di terra che ha smesso di pulsare da quando i suoi abitanti hanno scordato chi sono”, e questo luogo non l’ha sicuramente aiutata a emanciparsi e a liberarsi.

L’autrice ha deciso di ambientare il suo romanzo a Gibilterra proprio per sottolineare ancora di più la lotta interiore della protagonista, Morea infatti è dilaniata da posizioni contrastanti: dentro/fuori, verità/menzogna, proprio come gli abitanti della penisola sono combattuti tra l’essere fedeli alla madrepatria o rivendicare una propria autodeterminazione. Dentro/fuori, perché Morea si sente al sicuro solo quando vive all’interno dei four corners – “dentro sono protetta, fuori sono in pericolo”, oltre essi c’è solo il ricordo di un evento traumatico che l’ha segnata profondamente. Un pomeriggio della sua infanzia in cui ha deciso spavaldamente di oltrepassare in confini per seguire l’amata cugina Salomè e i suoi amici, un giorno di svago e di ribellione terminato però con una tragedia.

Il titolo dell’opera fa, infatti, riferimento a un giovane gitano che incrocia le vite degli amici di Salomè e, a causa di un fraintendimento, paga cara la sua ingerenza. Un evento sanguinoso e violento che marchia a fuoco Morea e anche gli altri ragazzi, e li fa vivere in un costante senso di pericolo anche quando hanno più di quarant’anni. Verità/menzogna, perché da quel momento del passato Morea ha vissuto in un limbo e comprende, dopo tanti anni, che solo la verità può liberare lei e anche il fantasma della cugina, ormai dolorosamente perduta. Il gitano è un romanzo duro e straziante, con una protagonista ben caratterizzata e un’ambientazione originale e simbolica, di grande interesse è inoltre l’uso di diversi idiomi all’interno dell’opera, dall’inglese allo spagnolo al llanito, lingua creola comunemente parlata a Gibilterra.

Contatti
https://www.martinacollu.it/
https://www.facebook.com/marticolls
https://www.instagram.com/marticolls/
http://nulladie.com/catalogo/425-martina-collu-il-gitano-9788869153143.html
https://www.amazon.it/gitano-Martina-Collu/dp/8869153142

Titolo: Il gitano
Autore: Martina Collu
Genere: Narrativa contemporanea
Casa Editrice: Nulla Die Edizioni
Collana: Parva res. I romanzi
Pagine: 201
Prezzo: 16,00 €
Codice ISBN: 978-88-691-53-143