The Witcher: Perché Geralt non ha ucciso Nivellen (ma ha ucciso Vereena)

277

In The Witcher 2, episodio 1, Geralt si imbatte in una Bruxa, Vereena e la uccide, ma stranamente risparmia Nivellen, che ha commesso il crimine peggiore.

The Witcher 2 Vereena

In The Witcher 2, episodio 1, Geralt (Henry Cavill) uccide Vereena (Agnes Born) senza esitazione, ma non offre lo stesso destino a Nivellen (Kristofer Hivju). L’azione, o meglio, la sua mancanza di azione, sembra un po’ strana visti i crimini del suo vecchio amico, ma la scena è stata aggiornata dalla sua rappresentazione originale nel libro di Andrzej Sapkowski, Il guardiano degli innocenti, in modo abbastanza significativo.

I suoi libri raccontano favole all’interno del mondo degli Witcher e le modifiche apportate a questo per l’adattamento televisivo gli hanno dato una sensibilità più moderna.

LEGGI ANCHE -> The Witcher: i libri in ordine di lettura e da dove iniziare per non sbagliare

Nivellen, è la versione di The Witcher 2 della Bestia de La Bella e la Bestia, si trova nella sua grande tenuta e da subito sembra essere un amico di Geralt. Dice di essere stato maledetto da una sacerdotessa di cui ha distrutto il tempio, ma in realtà, lei lo ha maledetto facendolo diventare la bestia che è ora perché lui l’ha violentata.

La storia racconta che Nivellen pensava che, forse, facendo innamorare veramente una donna di lui, sarebbe ritornato alla sua forma umana. Finisce per prendere Vereena in casa sua, innamorandosi di lei. Tuttavia, Geralt la uccide quando si scopre essere una Bruxa, un tipo di vampiro ispirato al folklore portoghese.

A questo punto, Nivellen si ritrasforma in un umano, e quando chiede a Geralt di ucciderlo, il Witcher dai capelli bianchi si rifiuta.

Sembra una decisione contraddittoria; Nivellen è amico di Geralt, ma le sue azioni sono state mostruose e Geralt non ha mai lasciato che il sentimentalismo gli impedisse di uccidere un mostro in passato. Tuttavia, Nivellen viene risparmiato perché non rappresenta una minaccia attuale.

Dopo aver scoperto che era stato maledetto a causa delle sue azioni efferate contro la sacerdotessa, Geralt sceglie di non dargli la liberazione che chiede. Nel libro Il guardiano degli innocenti, l’orribile crimine di Nivellen viene sorvolato, ma The Witcher lo affronta di petto, aggiornando intelligentemente la storia agli standard moderni.

In contrasto con il libro, Geralt fa in modo di costringere Nivellen a convivere con quello che ha fatto; se Nivellen vuole morire, deve farlo per mano sua. Lasciarlo in vita è la peggiore punizione che Geralt possa infliggere.

Vereena, tuttavia, viene rapidamente eliminata da Geralt perché è una minaccia per Ciri, la missione primaria di Geralt è quella di proteggere la giovane a tutti i costi. Quando vede la Bruxa succhiare il sangue di Nivellen, capisce che Vereena è un mostro che deve essere affrontato.

Non importa quanto possa essersi inizialmente legata a Ciri, la natura della Bruxa è quella di bere sangue e uccidere, rendendola troppo pericolosa per vivere. Anche se il timido mostro vuole solo essere lasciato in pace, e anche se trascorre parte del suo tempo in una calma forma umanoide, inevitabilmente ucciderà. La differenza tra Vereena e Nivellen è che Vereena è un mostro, Nivellen è mostruosa.

The Witcher 2 Vereena

Anche se tutta questa trama è un po’ confusa, in The Witcher è stato fatto uno sforzo per portare una chiusura accettabile alla versione insensibile del libro della storia. Mentre la seconda stagione di The Witcher ha ignorato gli errori della prima serie, sono stati fatti alcuni passi avanti nella modernizzazione delle “favole” dei libri.

LEGGI ANCHE -> The Witcher 3, data di uscita, cast, trama, e tutto quello che dovete sapere

La bussola morale di Geralt sembra essere un po’ più in sintonia dopo aver trascorso del tempo con Ciri e questo potrebbe benissimo significare che ulteriori cambiamenti, rispetto ai libri, avverranno nel corso della serie.