Lenny Maughan

Potrebbe essere il primo caso di “running art” quella di Lenny Maughan, runner californiano che trasforma le mappe della sua città in tele su cui disegnare ritratti, animali e oggetti.
Come? come? si, grazie alla geolocalizzazione dell’app per corridori Strava.
Lenny Maughan riesce infatti a disegnare il proprio percorso in maniera precisa, aggirando ostacoli e interi isolati in maniera scientifica pur di completare il disegno prefissato.
Le strade da percorrere non sono mai scelte a caso, ogni svolta è pensata come una pennellata.

Lenny Maughan

Il suo primo “progetto” è stato ispirato a Star Trek e realizzato in omaggio a Leonard Nimoy, alias Spock, scomparso nel 2015. Poi è stata la volta di un televisore e poi ancora di un gigantesco logo Batman. Tutti disegnati sulla mappa di San Francisco. Non meno importante il ritratto di Frida Kahlo, per esempio, ottenuto correndo 30 miglia (circa 48 km).

“Non puoi vedere le linee tracciate fino a quando non hai finito la corsa.. Quindi è davvero una sorpresa quando alla fine di tutto quel lavoro riesci a vedere sul tracciato il disegno che avevi immaginato di realizzare” ha detto Maughan che in quattro anni ha realizzato oltre 50 “opere”.

Il procedimento creativo non è casuale Lenny realizza a mano l’immagine desiderata, la adatta alle strade della città in cui vive da vent’anni, crea il percorso sulla app, quindi infila le scarpette e segue il gps.

c
v

«È anche il modo per rendere le strade un po’ mie».

Lenny però non è l’unico artista della corsa, ma ce ne sono altri in tutto il mondo.

Gene Lu , per esempio, crede che aiutarsi con il GPS cercando di disegnare con i propri passi un’immagine aiuti la concentrazione, permettendo di correre distanze più lunghe…