opera d'arte, dipinto, particolare da Osvaldo Licini, Angelo ribelle su fondo rosso scuro, 1946, sulla copertina del numero 1 della nuova serie della rivista "Critica d'Arte"La rivista scientifica «Critica d’Arte» ha inaugurato nel 2019 la nuova serie: una rinascita nel solco della tradizione inaugurata nel lontano 1935 dagli storici dell’arte Carlo Ludovico Ragghianti e Ranuccio Bianchi Bandinelli.

Proprio nel corso del 2018 si è conclusa l’attività dell’Università Internazionale dell’Arte di Firenze, proprietaria della testata «Critica d’Arte», e gran parte del patrimonio culturale e documentario è confluito nella Fondazione Centro Studi sull’arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca, intitolata a lui e alla moglie Licia Collobi. Con questo passaggio di consegne si è trasferita anche tutta l’officina culturale della rivista.

fotografia, colori, esterno, prato verde, edificio medievale chiaro, chiostro monastero, cielo azzurro, sede della Fondazione Ragghianti di Lucca
Fondazione Ragghianti Lucca, primo chiostro, in primo piano Luciano Pera “Gea-gene”, 1982

Per chi non conoscesse i due storici fondatori di «Critica d’Arte», questi nomi appaiono inevitabilmente nelle bibliografie di tutti gli studi di Beni Culturali. Ranuccio Bianchi Bandinelli, archeologo e storico dell’arte, è autore del manuale di arte romana ancora più studiato, anche se la sua divisione fra “arte patrizia”, influenzata da mode greche, e “arte plebea”, popolare ma autenticamente romana e non decadente, va comunque aggiornata e contestualizzata. Carlo Ludovico Ragghianti, invece, altro grande padre della critica d’arte italiana, è legato al nome di Adriano Olivetti, imprenditore illuminato per antonomasia, che sostiene la pubblicazione di un’altra sua rivista: «seleArte».

Fotografia, bianco e nero, ritratto di profilo di Carlo Ludovico Ragghianti fondatore della rivista "Critica d'Arte", capelli neri taglio classico, occhiali montatura spessa, sbarbato, giacca e cravatta
Carlo Ludovico Ragghianti

Tornando a questa nuova serie di «Critica d’Arte», la numero 9 ora pubblicata in coedizione da Edizioni Fondazione Ragghianti Studi sull’arte e da Editoriale Le Lettere, lo spostamento della direzione è stata occasione per riorganizzare la rivista. Si mantiene il formato precedente, ma il contenuto è stato articolato in sezioni diverse, oltre ad aver rafforzato i criteri redazionali e di peer review, grazie all’ampliamento del Comitato scientifico, affiancato dal Comitato Redazionale.

 

 

Secondo le linee guida tracciate da Ragghianti, i contenuti riguardano la storia dell’arte, dalla preistoria al contemporaneo, la storia della critica, l’architettura, il restauro e la conservazione, ma anche il cinema e il design.
La nuova serie si sviluppa in articoli corposi per la sezione Saggi, segnalazioni più brevi di natura puntuale nelle Note, un Osservatorio sui temi attuali di cultura, politica, tutela e insegnamenti universitari, e una sezione Biblioteca dedicata alle nuove uscite di libri e cataloghi recensiti.

Paolo Bolpagni, storico dell’arte e Direttore della Fondazione Ragghianti, sottolinea la volontà di perseguire un obiettivo di apertura al mondo delle arti ampiamente intese, per non la propria specifica identità della rivista. Il concetto di apertura è fondamentale per non chiudersi nella prospettiva ombelicale di un dibattito accademico fine a sé stesso, ma aprire gli occhi verso il mondo, verso ciò che succede, da qui l’ambizione di creare una sezione di Osservatorio.

colori, copertina del numero 1 della nuova serie della rivista "Critica d'Arte", sfondo blu, in alto scritta critica d'arte, al centro dipinto di Osvaldo Licini, "Angelo ribelle su fondo rosso scuro"Per avere un’idea dell’ampiezza degli argomenti che nutrono questa nuova serie di «Critica d’Arte» basta dare un’occhiata all’indice: si spazia dagli strumenti musicali dell’Africa Nera, alla storia dell’arte tessile, dall’arte medievale, fino al ricordo del centenario del Bauhaus e una riflessione su un dipinto di Osvaldo Licini, a cui è stata dedicata la copertina.

 

Nell’ottica dell’apertura, la rivista lancia una call for paper permanente per raccogliere materiali e contributi, di natura esclusivamente scientifica. I testi, inviati sotto forma di abstract in italiano, inglese, francese e spagnolo, saranno naturalmente sottoposti a double-blind peer review secondo criteri di qualità e rigore scientifico.

CRITICA D’ARTE – nuova serie
Rivista fondata nel 1935 da Carlo L. Ragghianti

Direttore
Francesco Gurrieri

Comitato editoriale
Paolo Bolpagni
Antonino Caleca
Marco Collareta
Francesco Gurrieri
Maria Teresa Leoni Zanobini
Mattia Patti
Chiara Savettieri

Comitato scientifico
Fabrizio Franco Vittorio Arrigoni, Julia Barroso, Johannes Beltz, Fabio Benzi, Andrea Branzi, Marco Brizzi, Giorgio Busetto, Francesco Paolo Campione, Richard Yerachmiel Cohen, Lorenzo Cuccu, Gigetta Dalli Regoli, Enrico Maria Dal Pozzolo, Maria del Mar Díaz, Francesco Di Chiara, Cristina Donati, Annamaria Ducci, Marco Fagioli, Elena Filippi, Francesca Flores d’Arcais, Alessandra Galizzi Kroegel, Pietro Graziani, Philippe Junod, Alessandra Lischi, Cesare Molinari, Adolfo Natalini, Antonio Paolucci, Emanuele Pellegrini, Marco Pierini, Piero Pierotti, Carlo Arturo Quintavalle, Roland Recht, Federica Rovati, Francesco Tedeschi, Maria Laura Testi Cristiani, Ranieri Varese, Timothy Verdon, Edoardo Villata, Adachiara Zevi

Direzione e proprietà
Edizioni Fondazione Ragghianti Studi sull’arte
Via San Micheletto, 3
55100 Lucca
Tel. 0039 0583 467205
Fax 0039 0583 490325
[email protected]
www.fondazioneragghianti.it/critica-darte/

Redazione, distribuzione e abbonamenti
Editoriale Le Lettere
Via Meucci, 19
50012 Bagno a Ripoli (Firenze)
Tel. 0039 055 645103
www.lelettere.it
[email protected]
[email protected]