Dopo My Hero Academia – The Movie. Two Heroes e 5cm al Secondo del maestro Makoto Shinkai, la Stagione degli Anime al Cinema di Nexo Digital e Dynit dà appuntamento a giugno a tutti i fan della saga di Fate/stay night. Il 18 e 19 giugno arriverà infatti per la prima volta nelle sale italiane (elenco a breve su www.nexodigital.it) FATE/STAY NIGHT HEAVEN’S FEEL II. lost butterfly, il secondo atteso lungometraggio della trilogia di “Heaven’s Feel”.

Con tematiche e atmosfere molto più oscure e cupe, FATE/STAY NIGHT HEAVEN’S FEEL II. lost butterfly ci presenta Shirou che ha scelto di proteggere Sakura, mentre maghi e Spiriti Eroici si affrontano tra loro per l’ottenimento del Santo Graal, la sacra reliquia in grado di realizzare ogni desiderio. La quinta Guerra del Santo Graal, che ha avuto inizio nella città di Fuyuki a distanza di soli 10 anni dalla precedente, si è rivelata perversa anche a causa della partecipazione di Zouken Matou, l’attuale capofamiglia di una delle tre grandi casate di maghi che diedero inizio al rituale. Zouken evoca Vero Assassin come suo Servant mentre nel frattempo un’ombra oscura e misteriosa appare in città, facendo cadere, uno dopo l’altro, Master e Servant. Anche Shirou viene coinvolto nello scontro, restando gravemente ferito e perdendo Saber; tuttavia, proprio per proteggere Sakura, decide fermamente di non ritirarsi dalla battaglia…

Il franchise di Fate/stay night ha preso avvio con la visual novel prodotta da TYPE-MOON, pubblicata in Giappone nel 2004. Il titolo riscosse sin da subito un enorme successo, tanto da vendere oltre 400.000 copie. Grazie a un interesse mai affievolito da parte dei fan, vengono tutt’oggi continuamente prodotti titoli legati alla saga, tra cui manga, romanzi, videogiochi e trasposizioni animate anche di natura cinematografica. Tra le trasposizioni animate più rilevanti, la serie televisiva del 2011 Fate/Zero, prequel di Fate/stay night, che narra gli eventi della quarta Guerra, e Fate/stay night Unlimited Blade Works, serie televisiva del 2014 che traspone in animazione il secondo percorso narrativo di Fate/stay night.

Elisa Sirtori
Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.