In occasione dell’uscita del suo nuovo libro, Jeremy Rifkin terrà, in anteprima nazionale, al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano il 22 ottobre alle ore 19, una conferenza, aperta al pubblico fino a esaurimento posti, sui temi del Green New Deal.
Interverranno per un breve saluto il Direttore del Museo, Fiorenzo Galli, e Valeria Cantoni Mamiani, Direttrice Cultura della Fondazione Adolfo Pini.

Jeremy Rifkin, Un green new deal globale, una nuova visione sul futuro dell’umanità sta rapidamente guadagnando slancio. Di fronte a un’emergenza climatica planetaria, una giovane generazione sta promuovendo un dibattito sull’ipotesi di un Green New Deal e dettando il programma di un audace movimento politico capace di rivoluzionare la società. Sono i Millennial a farsi carico del problema del cambiamento climatico. Se il Green New Deal è diventato un tema fondamentale nella sfera politica, nel mondo delle imprese sta emergendo un movimento parallelo che nei prossimi anni scuoterà le fondamenta dell’economia globale. Settori chiave dell’economia si stanno prontamente sganciando dai combustibili fossili a favore dell’energia solare ed eolica, più a buon mercato e accompagnate da nuove opportunità di business e occupazione. Nuovi studi stanno suonando l’allarme: migliaia di miliardi di dollari in combustibili fossili per i quali non esiste più un mercato potrebbero creare una bolla suscettibile di scoppiare entro il 2028, provocando il crollo della civiltà dei combustibili fossili. Il mercato sta parlando e i governi, se vogliono sopravvivere e prosperare, dovranno adattarsi.

In questo libro Jeremy Rifkin, autore bestseller del «New York Times» e famoso teorico dell’economia, espone il pensiero politico e il piano economico per il Green New Deal di cui abbiamo bisogno in questo momento critico. La convergenza fra la bolla dei combustibili fossili fuori mercato e una visione politica verde apre la possibilità di un passaggio a un’era ecologica post carbonio, in tempo per prevenire l’aumento della temperatura che ci farebbe superare il limite oltre il quale tornare indietro diverrebbe impossibile.
Con venticinque anni di esperienza nel promuovere cambiamenti simili a questo nell’Unione europea e nella Repubblica popolare cinese, Rifkin presenta la sua visione su come rivoluzionare l’economia globale e salvare la vita sulla Terra.

Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Auditorium
Via San Vittore, 21 – Milano

22 ottobre alle ore 19

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Elisa Sirtori
Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.