Terribile notizia per Bruno Vespa: un risveglio da dimenticare

148

Il conduttore di Porta a Porta Bruno Vespa ha ricevuto una terribile notizia. Vediamo perché Vespa avuto un brutto risveglio.

Porta a Porta è uno dei programmi in seconda serata più seguito dagli italiani. In onda da molti anni sulla rete ammiraglia, Rai Uno, Porta a Porta accompagna milioni di spettatori verso l’attualità, la politica e argomenti di stampo sociale.

Dal 1966 il programma racconta le varie sfaccettature di un Italia che cambia e Bruno Vespa è da subito entrato nel cuore di tutti gli spettatori grazie alle sue competenze, diplomazia e la sua professionalità. Porta a Porta, nonostante sia trasmesso da così tanto tempo, ha ancora l’apprezzamento del pubblico che segue attento, ogni giorno, gli eventi della giornata. Bruno Vespa, però, deve affrontare un annuncio non troppo rassicurante. Ecco la verità.

La carriera di Bruno Vespa

Il giornalista nel 1962 approda alla Rai divenendone cronista radiofonico classificandosi così al primo posto in un concorso nazionale per radio e telecronisti. Ma il suo lavoro inizia a soli sedici anni dopo essere stato il collaboratore giornalistico per la sede aquilana de Il tempo.

Bruno Vespa ha avuto modo, nella sua lunga carriera, di variare ruoli all’interno del palinsesto televisivo. Insieme a Pippo Baudo ha condotto 150 ossia un varietà Su Rai Uno dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia. È in questa occasione che Bruno Vespa vince il premio Saint Vincent alla carriera. Inoltre, grazie alla sua dedizione al lavoro, Bruno Vespa ha incontrato nella sua carriera personaggi importanti come Carol Wojtyla ossia Giovanni Paolo secondo e anche il militare José Sanches Osorio, per dirne alcuni.

Bruno Vespa con il suo Porta a Porta è un punto di riferimento per la politica italiana e anche in previsione del 25 settembre quando gli italiani sono chiamati alle urne il conduttore ha organizzato una serie di serate dedicate alle elezioni.

Come disse Giulio Andreotti Porta a Porta è: “la terza camera del Parlamento italiano”, dove è possibile comprendere il sentiment degli italiani e dove sono maggiormente orientati. Però adesso Bruno Vespa dopo tanti successi subisce una notizia molto brutta che riguarda gli ascolti del suo programma. Difatti, secondo le analisi di audience nella giornata del 15 settembre il film Ricomincio da Me trasmesso su Canale 5 ha raggiunto uno share pari al 13,5% rispetto al 7%, con 1.100.000 spettatori, di Porta a Porta.

Su Rete quattro, invece, Diritto e Rovescio arriva all’8,5% di share con 1.025.000 spettatori. Questo dimostra come Porta a Porta nonostante sia effettivamente un faro per la politica italiana abbia subito un forte calo.P

La curva al ribasso del programma, forse, è dovuta all’interesse sempre più scarso da parte del popolo italiano nei confronti della politica e di conseguenza di tutti quei programmi che ne parlano. Probabilmente gli italiani hanno voglia di distrarsi guardando dei film o delle fiction a testimonianza di quanto, seppur a ridosso di elezioni che potrebbero cambiare le sorti di questo paese, tutti siano sempre più sfiduciati e disinteressati all’attualità.

Riuscirà a Bruno Vespa con il suo programma a fare la differenza in queste settimane cruciali che verranno? Lo scopriremo.