Con le sue innumerevoli varietà, sfumature di colore, sapore e corposità, il vino rimane da sempre protagonista sulla tavola degli italiani. E se, come diceva Goethe, la vita è troppo breve per bere vini scadenti, è in arrivo a fine mese un evento per esaltarne la qualità.

Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna infatti il Milano Wine Festival – FIERA NAZIONALE DEL VINO, che dal 31 ottobre al 3 novembre 2019 ospiterà presso Piazza Città di Lombardia gli stand di produttori vinicoli provenienti da tutta Italia, dalle cantine più rinomate a quelle ancora poco conosciute, ma molto apprezzate dagli esperti del settore. Tra i partecipanti già annunciati, le Aziende Agricole Pezzalunga, Seirole, Tojo, Tolardo Severino, Malvicini, Del Poggio, La Carcaia, Azienda La Culma, Bottenago, Barone di Bolaro, Capri Moonlight, Cascina Poggia, Corte dei Papi, Fradè Wine, Le Sette Aje, Azienda Maurizio Sebaste, Terrasolata, Champagne Bijotat e molti altri si aggiungeranno a impreziosire ulteriormente la lista dei marchi presenti.

“Bere meno, ma bere meglio”

Questa la mission di Arte del Vino, ideatore del progetto che mira a raccogliere in un unico luogo le tradizioni, i saperi e le storie dei produttori di tutta la penisola, per dare loro la possibilità di presentare al pubblico i propri prodotti in quattro giorni di degustazioni e condivisione.

Per bere meglio, oltre alla qualità dei prodotti, sono necessari anche gli strumenti per apprezzarli appieno, ecco perché Fisar Milano terrà, nel corso delle quattro giornate, specifici corsi gratuiti di avvicinamento al mondo del sommelier. Non solo la possibilità di confrontarsi direttamente con i produttori, quindi, ma anche l’occasione, per i più curiosi, di approfondire la materia insieme a dei professionisti della degustazione che guideranno all’assaggio di vini importanti di cantine come Castello Banfi, Castello di Tagliolo, Muri Gries, Querciabella e Marisa Cuomo.

Ad accompagnare il vino, infine, saranno presenti espositori gastronomici, dalle specialità de Il Piemontese (salumi e formaggi) a quelle calabresi dei Sapori dello Stretto, passando per i tartufi di Grazioli Tartufi e molti altri prodotti della tradizione italiana, ma anche diversi food truck come Arts Burger, Bizzi l’arrosticino, Mordicchio On the Road, Apetitosa, Truck & roll, Focacceria Umbra, Umbriagricola e Wolf. E la birra, grazie ai prodotti del Birrificio Artigianale Ca’ Granda.

Due le modalità di ingresso al festival: un biglietto diurno del costo di 20€ (giovedì 15.00 – 19.00, venerdì, sabato e domenica 12.00 – 19.00), che garantirà degustazioni illimitate presso tutte le cantine vinicole e un buono acquisto del valore di 3€; un biglietto serale del costo di 5€ (a partire dalle ore 19 fino a mezzanotte), che include calice e taschina con cui aver accesso alle degustazioni, che verranno effettuate tramite l’acquisto di appositi token del valore di 1€ l’uno. I token potranno essere acquistati presso le due casse predisposte, e il prezzo di ogni calice sarà a discrezione delle rispettive aziende vinicole (mediamente circa 2/3 token a calice).

Il Milano Wine Festival è organizzato da Arte del Vino in collaborazione con The Circus.