Un esclusivo tour notturno attraverso le sale del Louvre in occasione della mostra dedicata a Leonardo da Vinci, che ha chiuso i battenti lo scorso febbraio segnando risultati da record: stiamo parlando del nuovo appuntamento con la Grande Arte al Cinema di Nexo Digital (e se scaricate il nostro coupon in fondo all’articolo avrete diritto al biglietto ridotto).

“Una notte al Louvre: Leonardo da Vinci” è stato appositamente girato per le sale cinematografiche e sarà l’ospite più atteso nelle sale per tre giorni il 21, 22 e 23 settembre.

Una occasione unica per contemplare da vicino le opere più belle di Leonardo accompagnati in una straordinaria passeggiata notturna attraverso il Louvre, in compagnia dei curatori della mostra, Vincent Delieuvin e Louis Frank.
Luci soffuse, silenzio, spazio, tranquillità, rigore e tutte le opere d’arte, tra le più importanti e note al mondo, tutte lì a “portata di mano” in un intimo dialogo con chi quella mostra l’ha ideata, costruita e amata.

La Pyramide du Louvre © 2009 Musée du Louvre Stéphane Olivier

La mostra ha accolto oltre 1 milione di visitatori, stabilendo un record assoluto per il Museo del Louvre. Ora, l’arrivo al cinema estende ulteriormente la platea di quell’evento straordinario, aprendolo a un pubblico ancora più vasto in tutto il mondo, in oltre 60 paesi con traduzioni in 30 lingue.

La retrospettiva senza precedenti del Louvre, dedicata al lavoro dell’artista nella sua totalità e suddivisa in 4 capitoli (Luce, ombra, sollievo; Libertà; Scienza e Vita), aveva come obiettivo quello di dimostrare come Leonardo avesse elevato la pittura al di sopra di tutte le altre ricerche e in che modo la sua indagine sul mondo, la sua”scienza della pittura”, fosse messa al servizio di un’arte la cui ambizione suprema era quella di dar vita ai suoi dipinti, una scienza divina in grado di ricreare il mondo; ma anche, e forse soprattutto, sganciare il nome del genio fiorentino da quell’aura di mistero che lo ha da sempre contraddistinto.
Ecco che la parabola pittorica di Leonardo viene suddivisa in due grandi momenti, quello giovanile da lui definita del “componimento inculto“, dove il tratto violento e libero tradisce la forma delle cose per risaltarne le emozioni e poi, quello più maturo, in cui l’uso del colore, soprattutto quello ad olio si ammanta di soavità con la tecnica della velatura.

Quattro notti di riprese realizzate da una squadra di 30 tecnici che hanno partecipato alla realizzazione del docu-film girato appositamente per il cinema con camere 5K che racconta un tour intimo e appassionante che giunge, nel finale, alla “Gioconda”, che assurge a simbolo di un museo intero.

“Una notte al Louvre: Leonardo da Vinci” è una produzione Pathé Live in associazione con il Museo del Louvre e Bel Air Media.