Strappare lungo i bordi 2 ci sarà? Ecco tutto quello che sappiamo

Articoli Consigliati

- Advertisement -

La prima serie tv creata, diretta e doppiata dal fumettista romano Zerocalcare (aka Micheel Rech) Strappare lungo i bordi, in pochissimi giorni è diventata la serie più vista su Netflix in Italia, battendo quello che sembrava l’intoccabile Squid Game. Il suo debutto è arrivato il 17 novembre e da allora l’intero internet è sommerso da citazioni e meme dei personaggi ormai entrati nei nostri cuori, quello che proprio non è piaciuto della serie è la brevità, solo 6 puntate della durata di circa 20 minuti, davvero troppo poco, si vocifera, e in effetti non si vorrebbe mai smettere di guardarla. Quindi il popolo della rete sta iniziando a interrogarsi sul destino di questo prodotto, ci sarà Strappare lungo i bordi 2? Ecco quindi tutto quello che sappiamo finora.

Negli anni Zerocalcare si è costruito una fedele e compatta fanbase che non si limita agli amanti dei fumetti, ma si espande a macchia d’olio da nord a sud del nostro Bel Paese, possiamo dire che fino a prima dell’uscita della serie c’era un picco nell’immaginario collettivo soprattutto romano, ma adesso non ha più “confini” l’amore per il suo modo attuale, schietto e senza riserve di parlare a chi ha voglia di ascoltarlo. Proprio per il linguaggio, i termi trattati e il coinvolgimento emotivo, praticamente tutti gli utenti hanno divorato i sei episodi tutti in una sola volta. Che poi non risulta impresa impossibile visto che complessivamente la durata è di un’ora e mezza circa di riproduzione totale, meno di molti film. Quello che invece risulta eccezionale è che, al contrario di molti film dove invece quell’ora e mezza è un “accollo”, Strappare lungo i bordi scivola via in modo incredibilmente piacevole, si ride, si piange, si riflette, ci si ritrova in un flusso di coscienza in cui riconoscersi. Trovate la recensione in questo articolo.

Ci sarà quindi una seconda stagione?

Le premesse ci sono tutte perché si possa continuare a raccontare le storie di Zero, è assolutamente evidente che la serie sia diventata a tutti gli effetti un instant cult e a velocità record, schizzando al primo posto della Top 10 serie di Netflix Italia. Inoltre sicuramente c’è intesa tra il servizio di streaming e il fumettista, visto che proprio oggi gli ha lasciato libero accesso all’account Instagram, in modo che Calcare possa dare sfogo alla sua creatività accontentando tutto il pubblico che ormai ne vuole sempre di più.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Netflix Italia (@netflixit)

- Advertisement -

 Ma che dire di un rinnovo… Per adesso Netflix non ha ancora dato nessuna conferma certa ed è ancora presto per capire se vedremo Strappare lungo i bordi 2, come per tutte le stagioni sarà necessario attendere che siano trascorse 4 settimane dall’uscita per avere qualche risposta più precisa. Tuttavia, a meno di un’inversione di tendenza, si potrebbe già premiare la serie come uno dei successi più esplosivi di Netflix degli ultimi mesi – se non dell’ultimo anno – almeno in territorio nostrano, nonostante comunque altre testate straniere consiglino la visione del prodotto, osannato anche dai critici esteri.

Se volgiamo proprio fare delle speculazioni allora potremmo dire che ci aspettiamo la stagione 2 non prima del 2023. Forse è possibile che la produzione rilasci un teaser o un annuncio ufficiale già nel 2022 (ma speriamo prima almeno per l’annuncio). Quindi se volete sapere tutto ricordatevi di salvare l’articolo e attivare le notifiche.

Strappare lungo i bordi 2

Di cosa parlerà Strappare lungo i bordi 2

È difficile da dire in questo momento, è sicuramente troppo presto per sapere se Zerocalcare abbia già pensato a come poter (o voler) continuare la storia, sicuramente ci sono diversi spunti da cui continuare questo lungo viaggio nella vita del giovane e dell’adulto Zero, sicuramente al suo fianco non potranno mancare gli amici di sempre Secco e Sarah. E di certo tutto vorremo vedere l’armadillo, interpretato da Valerio Mastandrea che ne ha fatto un personaggio dai contorni interessanti e incredibilmente divertenti. Possiamo già parlare di personaggio iconico? Io direi di sì.

Con l’apertura di Zerocalcare al mondo dell’animazione non sarebbe nemmeno incredibile valutare l’ipotesi che Strappare lungo i bordi possa diventare una serie antologica, quasi un format fisso capace ogni volta di ripercorrere nuovi aspetti e drammi del viver quotidiano. Perché è vero che Zero racconta la sua storia, ma in realtà è un po’ quella di tutti.

- Advertisement -

Non perderti anche