Alessandro Borghi confessione: “È stato straziante”, il racconto commovente

671

In un decennio Alessandro Borghi è diventato uno degli attori di punta del cinema italiano e non solo.

Ha preso parte, sia sul grande schermo sia sul piccolo schermo, a produzioni importanti che lo hanno portato al meritatissimo successo e a diversi riconoscimenti. La critica e il pubblico amano Alessandro Borghi. Nella vita di Borghi, oltre alle grandi soddisfazioni, ci sono anche dei momenti bui e in un’intervista ha fatto la commovente confessione.

Innegabile è che parlando di Alessandro Borghi non si pensi subito al suo fascino, Alessandro è bello, ha uno sguardo penetrante, pelle ambrata, un fisico invidiabile, occhi chiari dal taglio felino, insomma, se qualcuno dovesse dire “la perfezione non esiste”, per ribattere basterebbe proporre il nome di Alessandro Borghi per mettere un punto alla discussione.

Ma la perfezione di Borghi non deriva solo dal suo aspetto, quello che ha davvero colpito il pubblico è il suo talento, passa dal cinema alla televisione con una abilità interpretativa difficilmente paragonabile, è capace di fare un lavoro introspettivo talmente profondo da smettere di essere Alessandro Borghi e diventare il personaggio che si trova ad interpretare.

Se ci fate caso è impossibile associare Alessandro a un ruolo ben preciso, perché esiste Alessandro Borghi attore/professionista e parallelamente esistono tutti i personaggi che ha interpretato che, grazie alla sua grande professionalità, vivono di vita propria.

Lodevole è stata la sua interpretazione nel devastante ed emotivamente toccante film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini, dove interpretava Stefano Cucchi nei suoi ultimi dolorosissimi giorni di vita, per quel ruolo ha perso 18 chili e ha conquistato il David di Donatello come miglior attore protagonista, mai premio fu più meritato.

LEGGI ANCHE -> Sulla mia pelle: l’empatia di un film che sfida la morte. Recensione

Ma il suo essere camaleontico lo ha portato anche a diventare Chicano nel film Fortunata con le extension ai capelli; tatuaggio sul collo e capelli decolorati, un fare da spicchia nella serie di successo Suburra, dove la sua interpretazione cambia radicalmente da stagione a stagione, mostrando l’evoluzione del personaggio, dandogli corpo e struttura.

Un altro punto forza di Alessandro Borghi è la sua voglia di saper fare e saper fare bene per arrivare davvero in alto, infatti la sua popolarità non si ferma al Bel Paese, l’attore romano è apprezzato a livello internazionale perché capace di recitare completamente in inglese senza dover essere doppiato.

Alessandro Borghi, la confessione commuove tutti

Come tutti, anche Alessandro Borghi ha delle storie non raccontate, tra queste una storia d’amore e di distacco. Durante un’intervista nel salotto di Silvia Toffanin a Verissimo, mentre presentava il film ‘Supereroi’ di Paolo Genovese, che lo vedere sul set insieme a Jasmine Trinca, sono passati alcuni spezzoni della pellicola, tra cui la scena di un trasloco.

Da qui la confessione inaspettata, vediamo sempre Alessandro con un uomo forte, dalla pelle dura, questo nel nostro immaginario per i ruoli in cui siamo abituati a vederlo, è difficile immaginarlo sensibile, ma deve esserlo davvero molto, proprio per le parole dettate dal cuore che ha pronunciato.

L’attore racconta una personale esperienza di vita, “Il primo trasloco in assoluto che ho fatto è stato per andare via da casa dei miei genitori. È la cosa peggiore che tu possa augurare a qualcuno. Io l’ho trovato straziante”.

Parole dirette e molto vere, che toccano le corde più profonde dell’animo umano e restituiscono all’attore dagli occhi impenetrabili, quella profondità umana lasciandoci entrare con delicatezza all’interno del suo cuore.

L’attore prosegue raccontando che come per la famiglia che abbiamo visto nel film, costruita sul set con Jasmine Trinca, ha un sogno simile e che spera di realizzare nei prossimi anni con la sua fidanzata, Irene Forti. La loro storia d’amore vive lontana dalle telecamere, entrambi sono particolarmente riservati e vogliono tenere la vita provata distante da quella pubblica.

Ma proprio Alessandro ha confessato che il suo sogno, tra una decina di anni, è di avere una famiglia numerosissima e, sempre sognano a occhi aperti, di poter vivere a Bali indossando tutto il giorno le infradito. Che dire, nulla se non che gli si augura di realizzare tutti i suoi sogni!