Confessione Marco Giallini: “Parlo con mia moglie morta” | retroscena toccante

640

Marco Giallini ha raccontato a cuore aperto della vita privata e dolorosa oltre che della sua carriera fulminea. L’attore di grande talento è sicuramente uno dei più amati del panorama italiano ma forse non tutti sanno che ha dovuto passare dei momenti davvero oscuri.

Nonostante la sua carriera sia partita in età adulta, Marco è riuscito a costruirsi in brevissimo tempo una carriera di successo, complice il suo incredibile talento e un fatto che lo ha spronato. Non sono in seguito tardati ad arrivare premi e meritatissimi riconoscimenti. In mezzo a questi traguardi che lo hanno inorgoglito, Giallini ha dovuto affrontare e superare un lutto straziante.

Il dramma di Marco Giallini

Era il 2011 quando Marco Giallini ha tragicamente perso la sua amatissima moglie Loredana, con la quale ha avuto due figli, Rocco e Diego.

I due si sono sposati nel 1993, la loro vita era quella di una famiglia normale, erano felici, crescevano come coppia e crescevano i loro figli, Marco ha raccontato che all’inizio della relazione con Loredana vivevano in una casa di appena 40 metri quadri.

Loredana ha sempre assecondato il desiderio del marito di diventare attore, sfortunatamente è scomparsa prima che lui raggiungesse il grande successo. L’attore racconta, “Ci siamo messi in 40 metri, non eravamo abbienti. Ci siamo sposati nel ’93, facevo teatro e altri lavori, però avevo ripreso la scuola, mi ero iscritto a Lettere e a scuola di recitazione. Sul primo contratto, legge la “rata film”, la prima di dieci, ma pensava fosse tutto lì.

Dice: solo questo? E io: no, devi mettere un altro zero. Le vennero le lacrime. Bello o no”, ha raccontato così un momento della loro vita intima e delle prime piccole soddisfazioni lavorative, anticamera di quella che poi sarebbe stata la carriera di Marco Giallini.

Purtroppo però quel terribile 2011 si è portato via Loredana che, a causa di un’emorragia cerebrale, ha perso la vita.

All’epoca i figli erano ancora dei bambini, un momento davvero straziante e una famiglia che poteva distruggersi, ma Marco ha deciso che da qual momento in poi avrebbe dato il massimo per diventare davvero famoso in modo da permettere ai suoi figli di avere un futuro e una vita più serena.

Lo stesso Giallini ha raccontato durante un’intervista con il Corriere della Sera, “Quello è stato il momento in cui ho deciso di diventare popolare. L’ho deciso proprio, perché sarei uno che s’adagia, sono pigro, ammazza come sono pigro”, ha proseguito, “Dovevo tirarli su come ci eravamo promessi. Lei voleva che facessero il Classico, uno lo fa, l’altro l’ha finito: è una cosa stupenda, chi fa il Classico si riconosce da lontano”.

Marco parla ancora con sua moglie

Sempre durante un’intervista rilasciata al Corriere della Sera Marco Giallini ha raccontato alcuni retroscena toccanti dell’amore che non finirà mai per sua moglie.

Ha svelato che con Loredana parla ancora, Ci parlo ancora. Quando sto solo e qualcosa non va. Dico: Eh amore mio… Alla fine, io sto in lockdown da quando è morta Loredana”. Così l’attore confessa come la donna sia ancora profondamente presente nel suo cuore e nella sua vita, un racconto davvero commovente.

Cosa dire, nulla se non che auguriamo il meglio a Marco Giallini e ai suoi figli e che il loro futuro possa dargli quella serenità che meritano.