Avatar 2, dai dettagli, sembra già molto meglio del primo film

608

Avatar aveva effetti visivi rivoluzionari ma una storia semplice. Avatar 2 promette una maggiore complessità e più enfasi sul mondo di Pandora.

Avatar 2

Si conoscono pochi dettagli su Avatar 2, ma si preannuncia ancora meglio del film originale. Il secondo attesissimo film si svolge sul mondo alieno di Pandora, abitato da alieni blu indigeni conosciuti come i Na’vi. Il suo sequel, originariamente previsto per l’uscita nel 2014, intende offrire una storia più complessa che dia maggiori dettagli sia su Pandora che sui nativi che vi abitano. Dopo anni di lavoro, Avatar 2 di James Cameron è ricco di promesse.

Avatar di James Cameron è ancora il film di maggior incasso di tutti i tempi, battendo diversi record di Box Office dopo la sua uscita nel 2009. Cameron ha iniziato a lavorare al film nel 1994, scrivendo un testo di 80 pagine. Parte del motivo per cui ci sono voluti 15 anni per passare dalla sceneggiatura allo schermo è stata la necessità di usare una tecnologia di effetti visivi nuova di zecca che aveva bisogno di tempo per maturare prima che potesse corrispondere alla visione di Cameron.

Con questo in mente, è comprensibile che anche Avatar 2 abbia richiesto più di un decennio per essere realizzato. La storia del sequel sembra essere più dettagliata del suo predecessore in quasi tutti i modi. Mentre Avatar aveva una narrazione abbastanza lineare, il sequel promette complessità, con eroi umani e cattivi Na’vi.

Avatar 2

Il focus principale della nuova storia è la famiglia, in particolare la famiglia di Jake e Neytiri, i due protagonisti del primo film. La trama, a grandi linee, prevede che siano costretti a lasciare la loro casa e dirigersi verso le regioni di Pandora che non sono mai state mostrate sullo schermo prima.

Una grande parte del tema della storia riguarderà, secondo quanto riferito, le difficoltà che le persone devono affrontare per tenere unita la loro famiglia – un concetto interessante dato che, nella nuova storia, Neytiri e Jake avranno un figlio umano adottato che si chiamerà Spider. Questa profondità emotiva aggiunta dovrebbe aiutare ad elevare il film al di sopra di alcuni degli aspetti meno lodati dell’Avatar originale.

Avatar 2 avrà anche un ruolo importante negli oceani, con ampie sezioni della storia sia sulle spiagge di Pandora sia sott’acqua, Cameron ha detto durante le interviste che l’intenzione è quella di introdurre qualcosa di simile alle montagne galleggianti nel film originale, come un ambiente visivamente spettacolare ma anche come un’ambientazione in cui la storia possa tornare.

Ancora una volta, questo ha comportato lo sviluppo di una nuova tecnologia per le riprese da effettuare, utilizzando il motion capture di attori che sono effettivamente sott’acqua. Questo è stato dichiarato per far apparire le scene visivamente più reali di quanto sarebbe stato possibile in un cosiddetto setup all’asciutto al quale sarebbe stato aggiunto poi l’effetto sott’acqua con gli attori sorretti dai cavi.

Un’altra cosa eccitante del nuovo film è il fatto che mostrerà un universo più dettagliato, la cultura dei Na’vi avrà una maggiore profondità. L’attore Cliff Curtis porterà l’influenza Māori del suo patrimonio culturale nel suo ruolo di Tonowari, il leader di un clan Na’vi chiamato Metkayina, che vive sulla barriera corallina di Pandora e si dice che possa avere pinne e code più spesse.

Altri aspetti sono stati accennati dai personaggi che ritroveremo, il ritorno di Sigourney Weaver suggerisce che la dottoressa Grace Augustine potrebbe essere sopravvissuta, in qualche forma, agli eventi del primo film, mentre Stephen Lang riprenderà il suo ruolo del cattivo colonnello Miles Quaritch.

Lang ha detto durante un’intervista, “non è finita finché ho ancora il DNA”, suggerendo che il ritorno di Quaritch potrebbe essere un clone.
Nel complesso, Avatar 2 promette di essere visivamente spettacolare come il film originale, mentre racconta una storia molto più dettagliata. Cameron ha riferito di aver lasciato alcune scene nella pellicola originale specificamente per introdurre al sequel, il che non farà altro che alimentare le congetture fino all’uscita del film.

Alcuni hanno persino messo in dubbio che la performance al botteghino di Avatar 2 possa battere l’Avatar originale. Solo il tempo ce lo potrà dire, ma nel frattempo il progetto rimane innegabilmente eccitante.