Massimo Giletti, la dolorosa malattia e i continui ricoveri

692

Massimo Giletti vive il dramma della malattia con frequenti ricoveri. In questo periodo per il presentatore e giornalista tv il retroscena è drammatico. Ecco cosa sappiamo. 

Giletti è uno dei giornalisti più affermati e seguiti della televisione italiana e negli ultimi anni ha conquistato il pubblico con programmi di informazione e intrattenimento, di grande successo. Massimo Giletti ha sempre avuto grande talento e competenza riuscendo a distinguersi tra gli altri conduttori.

a sua è stata una carriera molto lunga e ricca di eventi che lo hanno visto condurre i programmi più importanti tra i quali ricordiamo: Mattina in famigliaMezzogiorno in famiglia e I fatti vostri. 

Oggi, Massimo Giletti è tra i conduttori di punta di La7 con il suo Non è l’Arena. Il conduttore è originario della città di Torino e si è laureato in Giurisprudenza con il massimo dei voti e subito dopo trascorre un breve periodo a Londra. Subito dopo inizia a lavorare con la redazione Mixer come redattore del programma e ci rimane per circa sei anni.

La prima conduzione televisiva arriva nel 1994 per il programma Mattina in famiglia su Rai 2, per poi passare dopo due anni alla conduzione di Mezzogiorno in famiglia insieme a Paola Perego.

Ma la fama per Massimo Giletti arriva con il programma I Fatti vostri, al timone del quale oggi c’è Giancarlo Magalli. Agli inizi del duemila il presentatore viene chiamato a condurre il concorso di bellezza Miss Italia nel mondo e in seguito veste i panni di giurato per la trasmissione Ciak.. si canta. 

Nel 2013 sulla Rai conduce il programma L’Arena ottenendo un grande successo e indici d’ascolto molto alti che lo portano a vincere il premio come Migliore trasmissione televisiva.

Ma il rapporto con la Rai non si chiude nel migliore dei modi, perché nonostante gli ascolti molto alti, ai vertici decidono di chiudere il programma, così Giletti passa su La7 con Non è L’Arena. La scelta però non fu così semplice e in quel periodo il presentatore soffrì molto per la decisione presa ai piani alti della Rai.

Queste furono le sue parole quando i rapporti con la rete si chiusero: “Chi fa numeri importanti è oggetto di attenzioni. Ma io scelgo sempre con il cuore. Non potrò mai dimenticare che il giorno in cui stavo seppellendo mio padre, nel gennaio 2020, mi sono sentito abbracciare alle spalle. Mi sono girato e c’era il mio editore, Urbano Cairo”. 

Per giunta la vita di Giletti è cambiata radicalmente quando ha iniziato a ricevere grosse minacce che lo hanno costretto a vivere sotto scorta confessando. Questa è una sua testimonianza al riguardo: “Io vivevo nella libertà del motorino, oggi non posso più farlo. 

Ora trovo la scorta che mi ricorda il pericolo che vivo ogni giorno. Io cerco di non pensarci, ma è lì nella sua evidenza quotidiana. Non posso incontrare amici come e quando voglio. Non sono più quello di una volta”. 

Forse non tutti sanno che nel periodo dell’adolescenza Massimo Giletti ha dovuto fare i conti con una malattia che lo ha segnato, vivendo un dramma che non ha più dimenticato.

LEGGI ANCHE-> Gabriel Garko e la rivelazione drammatica “La prima volta avevo 9 anni, non l’ho mai detto a nessuno”

La malattia grave

Quando era adolescente Massimo Giletti ha dovuto affrontare un grave problema di salute che ha raccontato ai microfoni di Maria con te dicendo, “Ero affetto da una forma grave di scoliosi e ho dovuto portare corsetti, busti in gesso ed essere ricoverato più volte in ospedale”. In questa intervista il presentatore ha raccontato della sua grande fede e devozione per la Madonna di Lourdes: “Nella mia vita ho fatto trenta viaggi a Lourdes”.