Home NEWS Amritam Yoga Studio ti regala il miglior International Yoga Day

Amritam Yoga Studio ti regala il miglior International Yoga Day

CONDIVIDI SU

logoorizzontale

Il ritmo del corpo, la melodia della mente e l’armonia dell’anima creano la sinfonia della vita.
(B.K.S. Iyengar)

 

Diciamoci la verità, siamo stressati, stanchi e affaticati, abbiamo bisogno di prenderci del tempo e dello spazio per noi stessi. Questi mesi pre-ferie sono debilitanti, la mole di lavoro aumenta, il caldo aumenta, le scadenze “scadono”; secondo me questi sono alcuni dei motivi per cui l’Onu ha proclamato il solstizio d’estate, 21 giugno, come International Yoga Day, per regalarci un giorno di pace e meditazione.
Lo Yoga ristabilisce equilibrio, si volge verso l’interno del corpo, il suo scopo è quello di agire in profondità sugli organi, nel sistema nervoso, nella respirazione. Il suo obiettivo: perfezionare tutto l’individuo.

Logo ufficiale Giornata Mondiale dello YogaDonatella Forlani

Quindi, in onore di questa celebrazione facciamoci un regalo, trascorriamo una giornata alla scoperta di tale disciplina; l’associazione Amritam Yoga Studio, che porta avanti il progetto di diffondere lo Yoga e la cultura indiana sia nelle sue forme più tradizionali sia nelle sue vesti più dinamiche, propone una giornata a partecipazione gratuita ricca di attività aperte a tutti:

Si inizia alle ore 16.00: free class di Yoga Flow – Lo Yoga Flow lega le posture (“asana”) dell’Hatha Yoga l’una con l’altra in maniera dinamica; il passaggio tra i movimenti è regolato dal ritmo controllato del respiro, che diventa profondo e cadenzato. “Flow” evoca la fluidità della pratica, che sviluppa le caratteristiche dell’Hatha classico attraverso sequenze che hanno come obiettivo l’armonia degli opposti. Il corpo diviene un mezzo per raggiungere il proprio vero Sé e controllare i propri pensieri. Elasticità muscolare, energia psicofisica ed equilibrio sono solo alcuni dei benefici riscontrabili anche nel breve periodo. Conduce la lezione Donatella Forlani.

Yoga Flow

Si prosegue alle ore 18.00: spettacolo di danza Indiana in stile Bharata Natyam, uno degli stili classici dell’India: danza unica nel suo genere per l’uso completo di tutte le parti del corpo che dona splendidi avvicendamenti di forme geometriche, forgiate dai piedi nudi al suolo che fanno scaturire movimenti armonici e pose maestose. Caratterizzata da un controllo di tutta la muscolatura, una sorta di yoga in movimento, Bharata Natyam è conosciuta per gli intricati giochi ritmici e per la capacità di farsi teatro di narrazione dove il danzatore diventa a sua volta i personaggi che interpreta, così come i luoghi che descrive o i sentimenti che incarna. Danzano Livia Franzoso e le allieve del Centro. Attualmente Amritam Yoga Studio è l’unico centro nel territorio di Monza-Brianza a insegnare e diffondere questo stile di danza.

Bharata Natyam

Si conclude alle ore 20.00: free class di Ashtanga Vinyasa Yoga: Ashtanga Yoga, secondo l’insegnamento di Shri K. Pattabhi Jois (1915-2009) è una pratica dinamica in cui il respiro viene sincronizzato con il movimento (Vinyasa). È basata su una serie definita e progressiva di posture (asana), che vengono apprese gradualmente fino a quando il praticante sarà in grado di eseguire le serie autonomamente (Mysore Style). Ashtanga significa “otto passi” e si fonda idealmente sugli Yoga Sutra di Patanjali. Conduce la lezione Francesca Catalano.

Francesca Catalano - Ashtanga Vinyasa Yoga 2Francesca Catalano - Ashtanga Vinyasa Yoga

 

Per partecipare a questa giornata contatta subito l’Amritam Yoga Studio e prenotati
Amritam Yoga Studio
Via Venezia Giulia, 1
Monza (MB)
www.amritamyogastudio.it
[email protected]

Tel. 344.0486690

 

locandina

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l'occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.