Home NEWS Galatine I love you, con Latte e Fragola ancor di più!

Galatine I love you, con Latte e Fragola ancor di più!

CONDIVIDI SU

Logo-GalatineSono squisite, sono golose, sono la miglior scelta che si possa fare in fatto di caramelle e da oggi sono anche ROSA!
Sto parlando delle nuove Galatine Tavoletta Latte e Fragola, assolutamente da provare.

Latte-e-Fragola_novitaPer gli amanti delle Galatine classiche e del loro gustosissimo sapor di latte, le nuove tavolette al fusto fragola vi faranno impazzire, vi sembrerà di gustarvi un frullato.
Non per niente le Galatine sono al top da oltre 60 anni perché piacciono ai più piccoli (ma anche ai grandi) e accontentano le esigenti mamme in fatto di alimentazione sana, essendo uno strappo alla regola non troppo eccessivo, infatti contengono l’80% di latte, ingredienti buoni e semplici come zucchero, miele e yogurt e sono prive di glutine, sono decisamente “permissible candy”.

LatteDa che ho memoria io mangio Galatine, quando ero piccina, ricordo che al supermercato me ne facevo sempre comprare un pacchetto che conservavo tra le mani come fosse un prezioso tesoro e un po’ lo era; spettavo impaziente il momento di potermi gustare una galatina quasi come a ricevere un premio ambito.
A volte, devo dire, che ho anche esagerato e senza accorgermene mi sono mangiata quasi tutto un pacchetto, come le ciliegie d’altro canto, una tira l’altra, sono così buone…
Fortunatamente, per chi come me non riesce a regolarsi, oltre al classico formato in busta da 115gr, c’è anche quello in Stick 36gr così da averle sempre in borsa o a portata di mano.

Che dire, prossima fermata Galatine Tavoletta Latte e Fragola… sto arrivando!

Segui Galatine su Facebook per scoprire tutte le novità

Buzzoole

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l'occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.