Solo la verità: semplice a dirsi quando non si ha nulla di talmente pericoloso tra le mani che potrebbe mandare all’aria tutta la tua vita. Una vita apparentemente normale, dedicata al proprio lavoro come agente del controspionaggio della CIA, quanto alla propria famiglia. E se le due cose dovessero un giorno intrecciarsi inesorabilmente trascinandoti in un vortice in cui ti trovi a dover scegliere se proteggere la tua famiglia o il tuo paese? Cosa faresti?

Questo è il punto di partenza del primo romanzo scritto da Karen Cleveland, lei stessa ha lavorato per otto anni nei servizi segreti americani, sei dei quali trascorsi a combattere il terrorismo. Durante questo arco di tempo, ha firmato documenti indirizzati al Presidente degli Stati Uniti e lavorato in stretta collaborazione con l’FBI. Chi meglio di lei, quindi, per scrivere di un agente del controspionaggio americano alle prese con un segreto che può mettere in pericolo la Nazione?

L’agente di nome Vivian Miller, abile analista del controspionaggio della CIA, è finalmente arrivata a una svolta importante che le consentirà, grazie a un preciso algoritmo da lei creato, di violare il sistema operativo di Jurij Yakov e smascherare una rete di spie russe presenti sul territorio degli Stati Uniti. La cartellina con il titolo “друзья”, “amici” in russo, è lì davanti a lei, pronta a darle quelle risposte che aspetta da anni. Tutto poteva aspettarsi da questa rivelazione tranne che il contenuto di quella cartellina avrebbe distrutto il suo mondo in un istante.

Perché a restituirle lo sguardo dal pc di Yakov sono gli occhi scuri e profondi di Matt. Il suo Matt. L’uomo della sua vita e padre dei suoi quattro figli. Di colpo non è più solo il futuro professionale di Vivian a essere in discussione, ma il suo presente, il suo passato. Mentre dentro di lei ogni certezza va in pezzi, la memoria corre a ritroso: l’incontro fortuito e quel caffè rovesciato sulla camicia di Matt (le goffe scuse di lei, il sorriso di lui); il primo appuntamento nel ristorantino italiano; l’improbabile proposta di matrimonio in aeroporto; la ricerca della casa perfetta nei sobborghi di Washington; la nascita di Luke.

Tutte bugie. O meglio, sono state davvero tutte bugie? Le sembra incredibile che la sua vita e quella dei suoi figli siano basati su delle bugie solo per arrivare al suo lavoro. Più ci pensa e più tutti i tasselli si rimettono insieme e le scelte prese nel corso di quei dieci lunghi anni non le sembrano più tanto casuali, ma organizzate e calcolate nel minimo dettaglio.
Una volta realizzata questa verità o presunta tale, le restano pochissime scelte: dimostrare fedeltà al suo paese e perdere tutto quello che ha costruito nella sua vita, oppure imbarcarsi in un’indagine segretissima che si trasformerà in un concitato intrigo politico dove la posta in gioco si fa di ora in ora più alta.

Acclamato come il thriller dell’anno e definito anche da John Grisham come “un thriller che si divora in una notte, originale, incalzante e perfettamente orchestrato”, Solo la verità, edito da DeA Planeta, proietta il lettore nel cuore dell’attualità e nel dilemma di una donna costretta a lottare per tutto ciò in cui ha sempre creduto. Straordinario caso editoriale in corso di traduzione in oltre trenta Paesi, diventerà un film prodotto e interpretato da Charlize Theron per la Universal Pictures.