Dal 3 al 5 maggio nella suggestiva cornice del Carroponte di Sensto San Giovanni prenderà vita il festival Latino Americano, nato per promuovere lo scambio e il confronto culturale, portando il pubblico all’interno di una quotidianità diversa dalla nostra, ricordando che il confronto è il miglior canale per accrescere le proprie vedute. Questa manifestazione vuole portare la conoscenza della cultura sudamericana, incrementando così il raffronto tra formazioni intellettuali e patrimoni di conoscenza diversi, attraverso l’esperienza diretta con musica, ballo, artigianato e gastronomia latinoamericana.

All’interno del festival sarà allestita un’area feste contornata da food trucks con cucine tipiche del Sud America: Venezuela, Colombia, Perù (TA’ BUENO), Messico (TACONTENTO Taqueria Mexicana), Brasile, Cuba, Spagna (PAELLA ON THE ROAD) etc… e chiringuiti che prepareranno i cocktail tipici quali per esempio la brasiliana Caipiriñha, il Pisco Sour dal Perù, l’immancabile Cuba Libre e tanti altri ancora.

Nell’area feste verranno proposti balli e lezioni gratuite di danze latinoamericane (Bachata, Merengue, Salsa, Raggaeton, ecc..) con istruttori del campo. Verrà infatti allestita una pista da ballo, che sarà integrata da un’area service palco, utilizzata per momenti di musica live, intrattenimento e lezioni tematiche inerenti alla cultura Latina durante l’orario pomeridiano e serale.

Dancing to the sound of the band Merengada at the South Bank.

Ingresso gratuito.
venerdì 3 maggio: dalle 18:00 alle 00:00
sabato 4 maggio: dalle 11:30 alle 00:00
domenica 5 maggio: dalle 11:30 alle 00:00

Per restare aggiornati su tutte le novità, seguite la pagina Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/events/269010774036710/

Carroponte di Sesto San Giovanni (MI), via Luigi Granelli 1! http://www.carroponte.nethttps://www.facebook.com/carroponte/

Elisa Sirtori
Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.