13 Storie dalla Strada. Fotografi senza fissa dimora

13 Storie dalla Strada. Fotografi senza fissa dimora: una nuova e particolare mostra fotografica ci immerge nella narrazione del riscatto sociale, alle Gallerie d’Italia – Piazza Scala di Milano, fino al 1 settembre 2019.

 

La mostra intreccia la storia di 13 fotografi senza tetto e quella di 13 progetti promossi dalla Fondazione Cariplo, narrati attraverso le immagini scattate da questi protagonisti.

13 Storie dalla Strada. Fotografi senza fissa dimora

Dal 2015 l’associazione Ri-scatti Onlus, supportata da Fondazione Cariplo, porta avanti un laboratorio di fotografia per persone senza fissa dimora, uomini e donne, italiani e stranieri senza distinzione, selezionati con l’aiuto dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Milano e accompagnati dalla supervisione tecnica e scientifica dei fotoreporter del Witness Journal.

13 Storie dalla Strada. Fotografi senza fissa dimora

Nel corso di un anno intero, i 13 fotografi hanno scattato quasi 6000 foto per raccontare 13 progetti formativi, sociali e culturali nella città di Milano, tra i 1500 sostenuti dalla Fondazione Cariplo.
I progetti e le fotografie si incontrano tra le sale delle Gallerie d’Italia di Piazza Scala, sede culturale di Intesa Sanpaolo, per questa mostra 13 Storie dalla Strada. Fotografi senza fissa dimora, curata da Dalia Gallico.

 

In mostra, nel suggestivo ambiente della “Sala delle colonne”, troviamo 52 fotografie inedite, accompagnate da un pieghevole che illustra, uno a uno, i progetti scelti. Tra questi troviamo, ad esempio, un programma di educazione all’imprenditorialità green, uno sportivo dedicato a giovani seguiti dai Servizi Sociali, un progetto di valorizzazione e apertura a un pubblico più ampio delle collezioni Cariplo, un bando di ricerca biomedica, lo sviluppo di un’app per far vivere la street art milanese nella realtà aumentata, un progetto di housing sociale e uno per un orto urbano.

 

13 Storie dalla strada. Fotografi senza fissa dimora ci permette anche di fare la conoscenza di alcuni di questi protagonisti, non solo attraverso le loro foto, ma anche la loro voce: una video-installazione ci accompagna per tutta la visita della mostra, mentre i fotografi stessi raccontano in prima persona, mettendoci la faccia, le proprie storie. Sono storie piene di toccante umanità, fatte di caduta, di perdita, di abbandono, fino alla vita di strada e alla periferia urbana e sociale, per poi risalire, attraverso il riscatto, rappresentato dalle loro fotografie in mostra.
Come afferma uno di loro: “La fotografia ha cambiato il mio atteggiamento, la percezione del mondo. La necessità di trovare soggetti belli da fotografare mi ha costretto a cercare il bello nelle cose. Non ero più passivo nella vita, ero diventato un cercatore di bellezza”.

 

La mostra 13 Storie dalla strada. Fotografi senza fissa dimora è sicuramente diversa, particolare, una mostra che non ci aspetteremmo appesa alle stesse pareti su cui brillano i gioielli otto e novecenteschi di Intesa Sanpaolo. Ma è una mostra che nel complesso riesce, in maniera sottile e garbata, a insinuare in noi il tarlo del dubbio, a risvegliare la nostra coscienza a partire dalle vicende degli ultimi.
Come afferma, infatti, Giuseppe Guzzetti, Presidente di Fondazione Cariplo: “Se varcheremo la soglia delle Gallerie d’Italia, pensando di vedere capolavori di grandi fotografi, forse non li troveremo, ma saremo testimoni di una meraviglia più rara: vedremo foto bellissime perché chi le ha scattate ha usato quel pertugio di luce per risalire dal baratro, e poi lo ha trasformato in uno scatto, anzi in un riscatto”.

13 Storie dalla Strada. Fotografi senza fissa dimora

INFO
13 Storie dalla strada. Fotografi senza fissa dimora
fino al 1 settembre 2019
Gallerie d’Italia – Piazza Scala
Milano, piazza della Scala, 6

Martedì – domenica 9.30-19.30, giovedì aperto fino alle 22.30

Biglietto: intero 10 €, ridotto 8 €, ridotto speciale 5 €
comprende l’ingresso alle collezioni permanenti e alle altre mostre in corso

www.gallerieditalia.com