SLAM DUNK © Takehiko Inoue/I.T. Planning, Inc.
Edizione italiana Panini Comics

Torna, in un’edizione completamente rinnovata, il manga sportivo più celebre al mondo: Slam Dunk. Dal 12 settembre, nel pieno del campionato mondiale maschile di pallacanestro, sarà disponibile il primo dei 20 volumi della restyled edition, occasione unica per i nuovi lettori, ma anche per i fan della prima ora, di scoprire la saga firmata da Takehiko Inoue. Grazie a un ripensamento della suddivisione in capitoli, la storia acquista un nuovo ritmo narrativo e si arricchisce con traduzioni aggiornate. Completano il tutto le copertine inedite realizzate per l’occasione dal maestro Inoue.

Slam Dunk ha un protagonista assoluto: Hanamichi Sakuragi. Ha un solo obiettivo in testa: entrare a far parte del club di basket del liceo Shohoku per conquistare il cuore della bella Haruko Akagi. Con il passare del tempo, però, la pallacanestro diventa per lo scapestrato studente dal fisico atletico (rifiutato da ben cinquanta ragazze…) una vera passione. Seguendo lui e i ragazzi della squadra in una serie di imprese ‒ fra difficoltà scolastiche, ambizioni sportive, rivalità agonistiche, allenamenti e partite ‒ si passerà attraverso le emozioni di uno sport rappresentato con autentico realismo. Un manga sportivo che ha sullo sfondo l’importanza dello sport come elemento di coesione e di rafforzamento caratteriale e che ha contribuito a diffondere in Giappone (e non solo) la passione per il basket, entusiasmando più generazioni di pubblico e critica.

Elisa Sirtori
Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.