Che fine ha fatto un pulmino di ragazzi partiti per una gita (e mai arrivati a destinazione) che sembra essersi dissolto nel nulla?

Arrivano in anteprima a Lucca Comics & Games 2019 i primi due volumi della nuova attesa serie-evento di Sergio Bonelli Editore. Ideato e scritto da Mauro Uzzeo e Giovanni Masi e realizzato da un cast di disegnatori stellare, IL CONFINE è un nuovo universo narrativo firmato dalla Casa editrice di via Buonarroti e pensato per diventare una serie televisiva, un gioco di ruolo, un romanzo.

Thriller dalle atmosfere oniriche e morbose, in cui nulla è quello che sembra e la linea sottile tra bene e male si fa sempre più labile fino a svanire del tutto, IL CONFINE ci conduce in un piccolo villaggio al confine tra Italia e Francia, dove il pulmino che trasporta una classe di adolescenti in gita scolastica sparisce all’improvviso senza mai arrivare a destinazione. Sulle tracce dei ragazzi, due detective: Laura Denti, un’agente dell’Interpol specializzata nel ritrovare persone scomparse, e Antoine Jacob, il massimo conoscitore di quelle montagne, ritira­tosi fra i boschi per non avere più a che fare con gli esseri umani. Una donna e un uomo che, oltrepassato il confine che nessuno dovrebbe mai superare, saranno costretti a unire le loro forze e affrontare le conseguenze di tutti i loro errori passati.

Dentro a IL CONFINE, il cui primo volume è disegnato da Giuseppe Palumbo, sono racchiuse tutte le passioni che accomunano Uzzeo e Masi: la coralità bizzarra e post-moderna di Twin Peaks, la stratificazione labirintica di Lost, l’inquietudine visionaria della letteratura lovecraftiana, combinati per creare un prodotto dalla forte identità.

Tutti i personaggi della storia mostrano la propria essenza a poco a poco e anche quelle che sembrano comparse di poco conto inizieranno presto a rivelarsi fondamentali per il racconto. I due assoluti protagonisti sulle tracce dei ragazzi scomparsi sono comunque Laura Denti e Antoine Jacob. Due character poco avvezzi a rispettare regole e imposizioni. Laura è terrena, materica, un animale ferito, rabbioso e quanto mai legato al mondo concreto: salvare quei ragazzini è la sua unica ossessione, che la logora e la incattivisce. Una guerriera fragile, che indossa vestiti pesanti come fossero una corazza. Ma nessuna corazza mette al riparo dai demoni interiori. Antoine, invece, è un individuo ascetico e imperscrutabile. Nessuna armatura per lui. Non è suo interesse rintracciare i ragazzi, la sua intenzione si focalizza su un’altra parte del mistero: vuole capire perché lì, sui monti al Confine, la realtà si sia incrinata, perché il tempo abbia smesso di fluire correttamente e gli incubi si stiano riversando nella realtà.

Presentati in anteprima a Lucca Comics & Games 2019, i primi tre volumi de IL CONFINE usciranno poi in libreria e fumetteria a partire da novembre con cadenza regolare ogni due mesi (il primo a fine novembre, il secondo a fine gennaio, il terzo a fine marzo).

Uzzeo e Masi presenteranno il progetto multimediale giovedì 31 ottobre alle ore 14:00 presso l’Auditorium Agorà nel panel pubblico dal titolo “Il grande mosaico crossmediale di Il Confine“, con Michele Masiero, Mauro Uzzeo e Giovanni Masi, special guest Dario Moccia.

INFO:
IL CONFINE
Soggetto: Mauro Uzzeo e Giovanni Masi
Sceneggiatura: Mauro Uzzeo e Giovanni Masi
Disegni: Giuseppe Palumbo
Copertina: Lorenzo Ceccotti (aka LRNZ)
Colori: Adele Matera
Formato: 22 x 30 cm, colore
Pagine: 80

Uscita in libreria: 28/11/2019

Prezzo: 16 euro

Elisa Sirtori
Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.