Biblioteca pirata:open call virtuale per un gruppo di lettura sperimentale

Articoli Consigliati

- Advertisement -

floriddia-biblioteca_pirata

Un nuovo interessante progetto nato dal Museo MA*GA di Gallarate, si tratta di Biblioteca pirata un’open call per una serie di letture collettive in cui i partecipanti sceglieranno un libro, ne leggeranno una sola parte e la racconteranno agli altri.

Il Museo MA*GA insieme a Biblioteca Majno di Gallarate, Assessorato alla Cultura e Assessorato ai Musei del Comune di Gallarate lancia una open call per formare un gruppo di lettura sperimentale per il progetto online dell’artista siciliano Enrico Floriddia, dal titolo Biblioteca pirata.

- Advertisement -

Biblioteca pirata si basa sulla tecnica dell’arpentage, processo che mescola la lettura alla trasmissione orale, che traduce e tradisce il testo originale in una dinamica collettiva che permette di costruire nuovi significati e nuove occasioni e forme di socialità anche in questo momento di isolamento.

L’open call è aperta a tutti i cittadini maggiorenni che hanno a disposizione una connessione internet e un computer o uno smartphone. Gli incontri si svolgeranno sulla piattaforma open source gratuita jit.si meet. Per aderire è necessario inviare una mail all’indirizzo [email protected].

floriddia-biblioteca_pirata

Tre sono gli appuntamenti in programma; il primo, sabato 30 maggio, alle ore 16.00, sarà di ambito conoscitivo e metodologico; nel secondo, lunedì 1° giugno, alle ore 16.00, si sceglierà il libro da leggere tra quelli proposti dall’artista.

Nel terzo e ultimo incontro, martedì 9 giugno, alle ore 15.00, il gruppo s’incontrerà per la lettura del capitolo. Ciascun lettore racconterà a modo suo la parte di libro a lui destinata e il gruppo, nel suo insieme costruirà, attraverso i racconti dei vari partecipanti, l’idea d’insieme del libro stesso.

A conclusione del workshop, Enrico Floriddia realizzerà dei piccoli volumi fatti a mano, riassemblando i vari capitoli del libro con le varie annotazioni che ciascun partecipante può aver apposto sulla propria parte. Questi volumi saranno la traccia fisica dell’avvenuta lettura e forma effettiva che assume la biblioteca pirata. Una copia entrerà nella collezione di Libri d’Artista del MA*GA.

Enrico Floriddia. Note biografiche
Nato in Sicilia nel 1984. La sua pratica artistica si situa in spostamenti; ultimamente tende verso lavori relazionali, offre situazioni di costruzione comune di sapere, invita in contesti oziosi, incita forme di amicizia. I miei crucci sono l’equità, l’agentività e la reciprocità.

Le sue ricerche hanno viaggiato con la biblioteca nomade Zines of the zone nel suo tour europeo nel 2014. In seguito ha partecipato ai programmi Trauma&Revival (Bozar, ZKM, Cittàdellarte, Pushkin Museum, kim?) e ENGAGE (Viafarini) nel 2017. Nel 2018, si è spostata verso Decolonizing Architecture (Kungl.Konsthögskolan) e dal 2019 risiede alla Coopérative de recherche de l’ESACM e con Fully Funded Residencies.

Tra le mostre personali Italienisches Kulturinstitut Wien, Vienna, Marzo 2019, Galerie Louise Michel, Poitiers, Settembre 2017. Médiathèque François Mitterand, Poitiers, Dicembre 2016.

È tra gli artisti invitiati per School of Waters, Mediterranea 19, XIX Biennale de Mediterraneo, San Marino, 2021.

- Advertisement -

Non perderti anche