uomo che tiene in mano un tablet per tutte le necessità

L’era del cartaceo è praticamente finita, lo abbiamo visto con l’avvento delle nuove tecnologie legate al mondo dell’editoria, della stampa e con il prorompente ingresso in scena degli smartphone. Questa profonda mutazione nella società non poteva che influire su tantissimi aspetti della nostra quotidianità che spesso si sono rivelati positivi, una fra questi è sicuramente l’archiviazione dei documenti. Chiunque ha lavorato in un ufficio sa cosa vuol dire essere sommersi da carte, bolle, contratti e certificazioni di vario genere, un consumo di carta davvero esorbitante che è molto poco sostenibile a livello ambientale, si stima che il consumo di carta mondiale ogni anno sia pari a circa 398.000.000.000 kg, e anche se a livello mondiale si è registrato un leggero calo rispetto ai decenni passati, questa diminuzione non è assolutamente sufficiente a eliminare l’impronta ecologica ad essa correlata.

pila di fogli di carta

Per questo, per diminuire significativamente l’impatto ambientale della carta, diventa fondamentale cambiare le nostre abitudini, ognuno di noi può fare la sua parte per migliorare non solo il proprio stile di vita, snellendosi e alleggerendosi da tutta quella carta superflua, ma soprattutto per fare squadra per una missione più grande, salvare il pianeta. Possiamo partire dalle piccole cose, come abbonarci a quotidiani e riviste online, scaricare i libri su dispositivi di lettura digitali, utilizzare biglietti elettronici sui mezzi pubblici e affidarci a società specifiche che si occupano di gestire il passaggio da carta a digitale per le aziende.

La digitalizzazione dei documenti diventa incredibilmente interessante, non soltanto per l’abolizione della carta grazie alla trasformazione dei documenti da analogici a digitali mediante l’uso di uno scanner apposito, ma anche perché permette di risparmiare tantissimo tempo nella ricerca di tali documenti, trasformando dati su carta in dati digitali e quindi visualizzabili e ricercabili rapidamente nel computer e semplicemente archiviabili in supporti fisici come per esempio sistemi cloud.

digitalizzazione di file nel compurer

Diventa così un lontano ricordo il dove scorrere manualmente pile e pile di documentazione per cercare il foglio necessario riducendo i tempi in modo significativo. Utilizzando supporti e tecnologie digitali è possibile archiviare velocemente e con un ridottissimo consumo di spazio tutta la documentazione rilevante di enti pubblici, aziende, contribuenti, professionisti e uffici giudiziari.

Anche chi si trova tra le mani anni e anni di vecchia documentazione che non sa più dove mettere ha la possibilità di trasformare archivi cartacei in archivi digitali liberando preziose risorse in qualsiasi organizzazione, mantenendo nel contempo inalterata la dignità giuridica dei documenti (anche grazie a strumenti come la firma digitale). L’importante è prendersi anche la responsabilità di smaltire in modo corretto la carta una volta effettuata la conversione, ricordarsi sempre che riciclare è la soluzione ideale per la salvaguardia dell’ambiente.