Nital S.p.A. lancia il nuovo progetto Nikon Creators, rivolto ai giovani talenti emergenti nel campo della fotografia e del video.

L’iniziativa ha come scopo principale quello di sostenere il talento e la creatività della generazione 3.0 e contribuire alla diffusione sui social network di contenuti di qualità, realizzati con attrezzatura Nikon.

Il team #NikonCreators è già composto dai giovanissimi fotografi professionisti Simone Mondino, Irene Ferri, Martina Mariotti, Luca Castagnini, Alberto Papagni, Cristian Sartori, Lorenzo Albanese e Anna Targa, guidati dal fotografo professionista Mattia Bonavida nella figura di Coordinator ufficiale, ma certo la squadra non è ancora al completo!

Tutti i creativi che hanno infatti una età compresa tra i 18 e i 40 anni e almeno 10.000 follower su Instagram e/o 5.000 su Youtube potranno mettere alla prova la loro passione, fantasia, creatività, capacità organizzativa e abilità video/fotografica candidandosi al progetto.

Per farlo, è sufficiente compilare il form alla pagina dedicata https://www.nikonclub.it/nikon-creators/

I #NikonCreators potranno conoscere da vicino il mondo Nikon, mettersi alla prova con mission entusiasmanti ed entrare a far parte di una grande community di creativi e appassionati. Avranno inoltre la possibilità di toccare con mano i prodotti dell’azienda, come la strepitosa Z 6 e l’incredibile Z 50, le due fotocamere dell’innovativo sistema mirrorless di Nikon con baionetta ultra ampia e sensore di immagine all’avanguardia che permettono di esprimere il proprio estro con tutta la libertà necessaria.

Il progetto è stato lanciato da alcuni giorni e sono già state registrate oltre 200 candidature, segno del desiderio dei giovani “creators” di mettersi in gioco e dimostrare le loro capacità creative e visionarie, raccontando storie da prospettive nuove.

Elisa Sirtori
Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.