foto in primo piano dell'attore Marco Paolini
foto Gianluca Moretto

Marco Paolini torna alle origini del proprio lavoro con un Album di storie brevi in “Teatro fra parentesi”, tra passato e presente al Piccolo di Milano, in occasione dell’estate al Chiostro Nina Vinchi e in altri luoghi milanesi. ‘Album’ è parola che riporta alle origini del suo lavoro, scelta con la consapevolezza di non avere a che fare con una ripresa, ma con un nuovo inizio, e che ogni serata, ogni spettacolo, ogni luogo che lo ospiterà, saranno densi di storie difficili da dimenticare, ma al mestiere del teatro si chiede anche questo. E molto altro ancora.

«Un Album di storie brevi – spiega Paolini – tenute insieme da un filo di pensieri, storie che vengono dal mio repertorio, ma anche dall’ultimo spettacolo che non è mai andato in scena per via del coprifuoco dovuto al Covid 19. Storie a sorpresa come in un uovo di Pasqua, perché la Pasqua quest’anno è saltata e così la si recupera un po’».

foto dell'interno dello spazio di mare culturale urbano con sedie e sdraio su sabbia

Lo spettacolo replica, al Chiostro Nina Vinchi, da martedì 25 a giovedì 27 agosto, per poi spostarsi a mare culturale urbano / Municpio 7 (venerdì 28 agosto). In caso di maltempo, le recite del Chiostro si sposteranno nella sala del Teatro Grassi, mentre quella del Municipio 7 sarà annullata.

INFO:

Marco Paolini
Teatro fra parentesi – Le mie storie per questo tempo
produzione Michela Signori, Jolefilm
In collaborazione con Fondazione Cariplo

Chiostro Nina Vinchi (Via Rovello 2 – M1 Cordusio), dal 25 al 27 agosto

Municipio 7 / mare culturale urbano (Via Giuseppe Gabetti 15) – 28 agosto

Gli spettacoli sono inseriti nel palinsesto “Aria di Cultura” del Comune di Milano

Orari: ore 21.30 (in caso di maltempo le recite al Chiostro si sposteranno nella sala del Teatro Grassi, quella nel Municipio sarà annullata).

Durata: 90 minuti

Prezzi: Chiostro Nina Vinchi, 5 euro; Municipi, ingresso gratuito.

Informazioni e prenotazioni 0242411889 – www.piccoloteatro.org

News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv

BIGLIETTI STAGIONE ESTIVA E MISURE DI SICUREZZA PER ACCEDERE AGLI SPETTACOLI

I biglietti per gli spettacoli del Chiostro sono acquistabili con carta di credito online sul sito del Piccolo Teatro – www.piccoloteatro.org – o attraverso il servizio di biglietteria telefonica al tel. 02.42.411.889 attivo dal lunedì al sabato ore 9.45-18.45, domenica ore 10-17. In caso di acquisto telefonico sarà necessario indicare un indirizzo e-mail valido al quale verrà inviato il biglietto elettronico.

Gli abbonati e gli spettatori già in possesso di voucher potranno utilizzarlo acquistando i propri posti su vivaticket.it.

I biglietti per assistere agli spettacoli negli altri luoghi della città sono disponibili sempre sul sito www.piccoloteatro.org e tramite la biglietteria telefonica.

Sarà possibile accedere a tutti gli spettacoli mostrando all’ingresso il biglietto cartaceo o in formato elettronico direttamente dal proprio smartphone. In caso di dimenticanza, non sarà possibile stampare il biglietto prima dell’ingresso. Le biglietterie rimarranno chiuse per incentivare l’acquisto online o telefonico.

In caso di maltempo, gli spettacoli si sposteranno all’interno della sala del Teatro Grassi. I posti assegnati verranno indicati sulle poltrone all’interno della sala. Gli spettacoli nei Municipi saranno annullati.

Per evitare code e assembramenti, il pubblico è invitato a presentarsi presso il luogo dello spettacolo al massimo 30 minuti prima dell’inizio della rappresentazione.

Gli spettatori con temperatura uguale o superiore a 37,5° non potranno accedere allo spettacolo e avranno diritto al rimborso del biglietto. Il personale all’ingresso è provvisto di appositi termoscanner per la misurazione della temperatura.

Per accedere agli spettacoli è obbligatorio indossare la mascherina o altro dispositivo di protezione individuale (mascherine di comunità) e sanificare le mani utilizzando gli appositi dispenser.

Gli spettatori sprovvisti di mascherina potranno richiederne una all’ingresso.

I posti assegnati garantiscono il distanziamento fisico come previsto dalle disposizioni sanitarie.