Pierfrancesco Favino durante le riprese de cortometraggio a Venezia mentre guida un motoscafo Riva

Pierfrancesco Favino più intenso che mai nel cortometraggio di Venezia, attraversa Piazza San Marco, poco prima dell’alba, tra riflessi di luna che penetrano una suggestiva nebbia, per salire a bordo di un mitico Aquariva. Obiettivo: solcare le acque dei canali veneziani per consegnare a un misterioso destinatario un altrettanto misterioso oggetto in mogano. Il finale, a sorpresa, è tutto da vedere. Si intitola Riva in the movie e sarà presentato ufficialmente il 4 settembre durante il Festival del Cinema di Venezia, questo cortometraggio è un inno al cinema e alla sua meravigliosa potenza, a quella settima arte che la inconfondibile voce narrante di Pierfrancesco Favino eleva con buone ragioni a “prima arte”.

Alcune immagini delle riprese del cortometraggio di Venezia con Pierfrancesco Favino

Tutto girato a Venezia, tra Piazza San Marco, il ponte di Rialto, il Lido e il Palazzo del Cinema, è un viaggio onirico e toccante tra i canali e le meraviglie della città più bella del mondo. Splendida anche la colonna sonora con un omaggio a Nino Rota, il compositore geniale che ha contribuito a rendere indimenticabili tanti film di Fellini e altri capolavori come Il Padrino e Il Gattopardo.

All’evento della Biennale del Cinema parteciperà lo stesso protagonista Pierfrancesco Favino che sarà presente alla 77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica anche come attore protagonista e co-produttore del film in concorso “Padrenostro” diretto da Claudio Noce.

 

Coprotagonista del cortometraggio è proprio RIVA e il suo rapporto unico con il cinema di ogni epoca, queste barche, sia quelle iconiche in mogano che quelle contemporanee, sono ammiratissime sugli schermi di tutto il mondo da più di settant’anni: dai kolossal più celebri ai grandi successi italiani come Mambo, La Baia di Napoli e Il Sorpasso, dalla saga di James Bond ai film d’autore pluripremiati, come La Grande Bellezza, agli action movies come Nikita o Man in Black. Il tutto è anche raccontato in un prestigioso libro dallo stesso titolo del film, in uscita in questi giorni: 300 pagine, 39 film con locandine originali, centinaia di splendide immagini di scene e backstage, 77 attrici e 110 attori: questi i numeri di un volume prezioso ed emozionante, da leggere e da guardare.