igiene digitale disegno con una donna che mette al sicuro il suo dispositivo

In quest’anno particolare, segnato dal COVID-19, si è dibattuto moltissimo sulle migliori pratiche igieniche da seguire e su quali sono i metodi più efficaci per contenere il virus e rimanere protetti. Ma mentre affidiamo agli esperti queste decisioni, ci sono altri virus e protezioni a cui dobbiamo pensare: quelli digitali!
Per questo abbiamo pensato di darvi 5 consigli per migliorare la vostra “igiene digitale”

Molti di noi hanno sperimentato lo smart working, e molti lavorano ancora a casa, dove spesso c’è una rete meno sicura. Inoltre centinaia di studenti si sono confrontati con la didattica online, con i propri dispositivi e reti domestiche. Con l’incremento dell’uso di internet e degli strumenti digitali però sono aumentati anche gli attacchi informatici e il furto di dati personali online. Ecco perché è importante salvaguardare anche la propria igiene digitale!

Password complesse
La prima misura importante che potete adottare come utenti è aggiornare tutte le vostre password e aggiungere anche l’autenticazione a due fattori. Naturalmente le password devono essere selezionate in modo casuale e non fare riferimento a indirizzi, date di nascita o altri dati personali. Attraverso un gestore di password, come LastPass, ad esempio, è possibile sia ottenere combinazioni complesse sia salvare le proprie password in una cassaforte crittografata in modo da aggiungere un ulteriore grado di protezione ai propri account.

Attivare una VPN per la connessione
Proprio LastPass, ha stretto una collaborazione con un provider di virtual private network, ExpressVPN, per garantire agli utenti una protezione completa. Ma che cos’è una VPN? Si tratta di uno strumento per navigare online che crittografa tutti i nostri dati mentre navighiamo. In questo modo nessuno può intercettare le nostre comunicazioni e i nostri dati, rendendoci quindi invisibili ad hacker e altri malintenzionati digitali.

Siti sicuri con HTTPS
I siti web che utilizzano un protocollo https contribuiscono alla sicurezza dei vostri dati. I dati che vengono scambiati tra il sito web e l’utente grazie a questo sofisticato protocollo sono estremamente sicuri. Ad  esempio, l’inserimento dei dettagli di pagamento quando si acquista un prodotto: se fatti su un sito con protocollo HTTPS difficilmente verranno intercettati da hacker.

Effettuare back-up regolari e pulizie del cestino
Il back-up è fondamentale per tutti i nostri dati: sia su hard-disk sia su cloud. In questo modo, se accidentalmente i nostri dati o dispositivi venissero compromessi, avremo a disposizione il modo per recuperarli. È consigliato effettuare un back-up ogni due settimane o almeno una volta al mese: non preoccupatevi, potete pianificare il back-up in modo automatico e non pensare più a nulla!
Inoltre è importantissimo mantenere pulito il proprio dispositivo: file inutili, programmi inutilizzati, download mai aperti. Andando ad occupare la memoria del sistema, questi file possono ostacolare il regolare funzionamento del dispositivo, portando in certi casi a falle di sistema. Attraverso un buon antivirus è possibile effettuare una pulizia di tutto il sistema che lascia il nostro ambiente digitale completamente sicuro.

Aggiornamenti software
Infine, l’installazione degli aggiornamenti software è importante. Gli hacker, ad esempio, fanno ampio uso della cosiddetta “ingegneria inversa”. Ciò significa che gli hacker esaminano gli aggiornamenti attuali che gli sviluppatori hanno fatto. È qui che vengono eseguiti anche gli aggiornamenti di sicurezza che chiudono le “vecchie” falle di sicurezza. Quindi, se non avete eseguito l’aggiornamento, queste falle sono ancora aperte sui vostri dispositivi. Aggiornare il software diventa dunque un passaggio fondamentale per la sicurezza digitale!