Il poster di The Matrix Resurrections supporta la nuova teoria dell’Oracolo

33

I recenti poster dei personaggi di The Matrix Resurrections supportano la teoria che il personaggio di Priyanka Chopra sia il nuovo Oracolo. Tra il revival di Bayside School, il film Resident Evil: Welcome to Raccoon City che adatta i primi due giochi, e i personaggi dell’eredità Grant, Sattler e Malcolm, tutti destinati a tornare per Jurassic World: il dominio, sembrerebbe che la tendenza nostalgica degli anni ’90 sia in pieno svolgimento. Considerando questo, è il momento perfetto per il ritorno del franchise The Matrix.

The Matrix Resurrections

Naturalmente, non tutto il vecchio sarà nuovo in The Matrix Resurrections, Keanu Reeves è tornato come Neo, così come Carrie-Anne Moss come Trinity, ma al di fuori di loro, il cast è in gran parte nuovo. Anche Morpheus sarà una nuova incarnazione più giovane, interpretata da Yahya Abdul-Mateen II. Nel caso dell’Oracolo, però, ci si aspettava un nuovo attore, dato che il precedente del suo cambiamento di aspetto è stato stabilito in The Matrix Revolutions. Non è ancora stato rivelato come l’Oracolo si inserirà in The Matrix Resurrections, ma è diventata una credenza popolare su internet che sia il personaggio che Priyanka Chopra interpreterà. Il poster più recente con la Chopra non ha fatto nulla per dissipare questa teoria.
Questa serie di poster dei personaggi di The Matrix Resurrections mette in luce diversi personaggi vecchi e nuovi, tra cui quello interpretato da Priyanka Chopra. Mentre gli altri sono circondati da linee grigie di codice in stile Matrix, la Chopra è circondata da un codice di un solo colore. Al contrario, il personaggio di Chopra è affiancato da un mix di rosso e blu, il che sembra indicare che lei interpreti l’Oracolo. Il rosso e il blu sono, naturalmente, i colori delle due pillole che Morpheus offre a Neo nel primo film di Matrix, con una che gli offre la possibilità di imparare la verità su Matrix, e l’altra che gli permette di tornare alla sua precedente esistenza monotona di impiegato di giorno e hacker di notte.

 

Colorando il personaggio di Chopra sia di rosso che di blu, i creatori di The Matrix Resurrections potrebbero riferirsi a come l’Oracolo sia a cavallo di entrambi i lati del conflitto tra umani e macchine. È un programma creato dalle macchine, ma lavora per aiutare gli umani e, alla fine, si batte per la pace tra loro. È un programma creato dalle macchine che a volte assiste gli umani, ma non è veramente nel posto giusto con nessuno dei due, esistendo quasi al di sopra di tutto, ma certamente non senza farsi dei nemici. Così, lei è una fusione sia della verità che della menzogna che viene offerta inizialmente a Neo, soprattutto perché l’Architetto si riferisce all’Oracolo come alla “madre” di Matrix. Il franchise di Matrix non fa mai nulla per caso, compreso il suo marketing, quindi è difficile immaginare che la scelta di colorare Chopra sia rosso che blu non sia un segno di una verità più profonda.
Anche se The Matrix è uscito alla fine degli anni ’90, è comunque diventato uno dei film più iconici del decennio, e in molti modi sembra un prodotto di quel tempo. Molteplici franchise hanno dimostrato che è possibile resuscitare con successo una proprietà degli anni ’90, e The Matrix Resurrections sembra fare del suo meglio per catturare lo stile cyberpunk e il tono misterioso che Wachowski hanno coltivato con il film originale. Considerando l’eredità mista dei sequel Reloaded e Revolutions, tornare alla fonte, come dice il poster principale, è probabilmente il miglior percorso da seguire.