And Just Like That, lo sceneggiatore spiega gli strani Easter Eggs di Barneys

373

Lo sceneggiatore di And Just Like That, Michael Patrick King, ha spiegato l’ossessione della serie reboot di Sex and the City per l’inclusione degli Easter Eggs che fanno riferimento al negozio di lusso Barneys.

And Just Like That, che ha debuttato su HBO Max nel dicembre 2021 e ha concluso la sua stagione 1 di recente, è un follow-up di dieci anni dopo l’ultima entrata nell’universo di Sex and the City, il film del 2011 Sex and the City 2.

Anche se Kim Cattrall non è tornata nel ruolo di Samantha Jones, ha seguito le continue imprese di Cynthia Nixon come Miranda Hobbs, Kristin Davis come Charlotte York, e Sarah Jessica Parker come Carrie Bradshaw.

Oltre ad esplorare il sesso, il romanticismo e l’amicizia a New York City nel corso degli anni, una delle più grandi passioni dello show è la moda. Nel corso di And Just Like That, ci sono stati riferimenti a una serie di marchi di lusso amati, ma uno che continuava a spuntare di volta in volta era Barneys, che ha dichiarato il fallimento nel 2019.

Oltre a un riferimento a Carrie che rimpiange di non poter andare ai saldi di Barneys raccontando di qualche episodio del passato con la sua nuova amica, Seema, uno dei momenti più bizzarri della serie è quando Carrie mette le ceneri del suo defunto marito Mr. Big, in una vecchia borsa di Barney’s per conservarle.

Variety ha chiesto allo sceneggiatore di And Just Like That Michael Patrick King di dare una risposta a questa ossessione e lui King ha spiegato che sono stati inseriti per far sembrare l’ambientazione di New York “più reale”.

Voleva che i personaggi avessero una storia con New York, non solo le tendenze più attuali della città. Ha anche spiegato che Carrie che mette le ceneri in una borsa di Barneys era una metafora visiva per la relazione dello show tra il passato e il futuro, spiegando che “il fatto che la bicicletta Peloton fosse la cosa più attuale che tutti stavano facendo, sarebbe il motivo per cui Big sarebbe morto, perché stava cercando di rimanere attuale e poi mettere il corpo in una borsa di Barneys, che è come King Tut a questo punto”.

Perché Barneys!! È sconvolgente che Barneys non ci sia più, parliamo di un pezzo d’epoca! Era il Taj Mahal della moda a New York. Quindi l’idea che Barneys non ci sia più e che lei l’abbia messo in una borsa di Barneys, per me è un Easter Eggs. 

E in secondo luogo, la vendita da Barneys è un segnale. E sapevo che se Seema l’avesse detto sarebbe sembrato un personaggio legittimo. Il Barneys Warehouse Sale è quella cosa dolce, triste e nostalgica che accadeva a New York – si ha la percezione di quando le cose vanno via e ti mancano.

Non so dirvi quante volte la gente dice: “Oh mio Dio, ti ricordi quel maglione che indossavi”? Chiunque sia stato a New York è legato a quel momento. È qualcosa che esisteva nella vita reale che posso usare nella fiction per far sembrare la fiction più vera.

Se c’è qualcuno che conosce l’universo di Sex and the City più del creatore Darren Star, quello è King. Si è unito alla serie originale come sceneggiatore e produttore co-esecutivo nel 1998, subito dopo la creazione del pilota. Dopodiché, ha continuato a scrivere e dirigere entrambi i film di Sex and the City, oltre ad avere un ruolo di primo piano nella sala autori di And Just Like That.

LEGGI ANCHE -> And Just Like That, il finale di stagione. Recensione puntata 10

La sua inclusione dei riferimenti a Barneys in And Just Like That è in linea con il modo in cui il franchise ha presentato i suoi personaggi. Dalle ultime stagioni della serie originale della HBO, l’attenzione per i marchi di fascia alta è aumentata fino a raggiungere un livello febbrile. Rendere omaggio a quel filone e allo stesso tempo fare un commento ironico sul modo troppo glamour in cui Carrie vive la sua vita è un modo perfetto per incapsulare il tono della serie.