Mission: Impossible 7 avrà un finale cliffhanger in preparazione di un congedo

609

Secondo un nuovo rapporto, Mission: Impossible 7 avrà un finale cliffhanger, preparando il congedo di Tom Cruise, Ethan Hunt in Mission: Impossible 8.

Mission: Impossible 7

Il prossimo Mission: Impossible 7 avrà un finale cliffhanger, secondo un nuovo rapporto. Il prossimo film del franchise d’azione di lunga durata vedrà ancora una volta la star della serie Tom Cruise collaborare con Christopher McQuarrie, che ha anche diretto le due precedenti uscite. Dopo aver subito una serie di ritardi nelle riprese legati alla pandemia, la data di uscita di Mission: Impossible 7 è attualmente previsto per il 14 luglio 2023.

Mentre Cruise ha interpretato l’agente Ethan Hunt di Impossible Mission Force sullo schermo dal 1996, la corsa del personaggio nel franchise guidato dalle stelle si sta avvicinando alla fine, Mission: Impossible 8 dovrebbe essere la sua ultima apparizione. Questo ha naturalmente ispirato il team creativo a fare le cose in grande con i due film a venire.

Mentre il piano originale di girare Mission: Impossible 7 e 8 back-to-back è stato infine annullato dalla Paramount, la realizzazione dei due progetti rimane inestricabilmente legata. Mission: Impossible 7 è attualmente in post-produzione, ma Cruise & Co. sono riluttanti a bloccare il film fino a quando non saranno più avanti con Mission: Impossible 8, le cui riprese sono attualmente in corso.

LEGGI ANCHE-> Mission: Impossible 7 e ‘8 rinviati al 2023 e al 2024

Questo, secondo un rapporto di THR, in parte perché Mission: Impossible 7 avrà un finale cliffhanger. Il processo di ripresa di Mission: Impossible è notoriamente molto caotico, spesso si procede ad ogni scena con poco più di un abbozzo e Cruise, che ha il controllo creativo della serie, vuole la libertà di cambiare il finale del 7 mentre la storia dell’8 si sviluppa.

Inoltre, mantenere entrambi i film in corso allo stesso tempo rende difficile per la Paramount imporre restrizioni di budget sul finale della serie Mission: Impossible 8.
Questo dettaglio narrativo arriva come parte di una rivelazione che le cose dietro le quinte sono tutt’altro che armoniose.

Secondo lo stesso rapporto, Cruise sta combattendo contro la Paramount per la strategia di uscita di Mission: Impossible 7, che vedrebbe il blockbuster con una nuova finestra di 45 giorni nelle sale prima che il film esca su Paramount+, invece dei precedenti 90 giorni standard.

Mentre le due parti hanno concordato di mettere da parte questa disputa fino a quando il film non sarà finito, è chiaro che Cruise sta esercitando il suo potere di star a suo vantaggio, mantenendo la post-produzione di Mission: Impossible 7.

Mission: Impossible 7

Dato che l’attore sembra essersi preso l’incarico di rendere i due prossimi film il meglio possibile, è difficile vedere la Paramount ottenere molta simpatia dai fan in questa disputa. Le acrobazie di Cruise in Mission: Impossible sono una leggenda di Hollywood e se lui è intenzionato a fare le cose in grande con l’ultimo hurrah di Ethan Hunt, non c’è motivo per cui non dovrebbe esercitare ogni briciolo di influenza a sua disposizione per limitare le restrizioni imposte dallo studio.

Inoltre, data la natura di questo franchise, è del tutto possibile che la notizia del cliff di Mission: Impossible 7 sia inteso molto letteralmente, e gli spettatori avrebbero il cuore spezzato se lo studio avesse potuto ridimensionare Mission: Impossible 8 se il suo predecessore dovesse fallire le aspettative al botteghino.