Fiorello, una drammatica tragedia: “Trovato morto sul sedile”. Non è più tornato

248

Rosario Fiorello, tra le celebrità più divertenti che abbiamo in Italia ha attraversato anche lui periodi difficili e molto faticosi da superare. Alcuni di questi momenti hanno lasciato un segno che non si cancella. Ecco che cosa ha dovuto affrontare il mattatore.

Fiorello è considerato uno degli showman più forti che abbiamo in Italia e la sua carriera davvero lunga è iniziata, come spesso ha raccontato, nei villaggi turistici. Fiorello è un artista versatile, in grado di recitare, presentare, fare le imitazioni e cantare.  Fiorello è stato conduttore, Dj, comico, speaker radiofonico e chi più ne ha più ne metta.

La sua carriera nei villaggi turistici è iniziata nel 1975 ed è proseguita per alcuni anni durante i quali si è distinto per le sue capacità, facendosi promuovere di volta in volta in un settore diverso, fino ad arrivare al tanto ambito palco con microfono che non ha più lasciato. Il resto, come si suol dire, è storia.

Chi ha vissuto gli anni Novanta ricorderà senz’altro la trasmissione del Karaoke, il primo programma da lui condotto, completamente da solo. Il programma era itinerante e girava tutte le piazze d’Italia dove coinvolgeva il pubblico, il vero protagonista dello show nell’esecuzione di una canzone diversa ogni volta.

Ma tra i molti successi che hanno caratterizzato la sua vita, i momenti drammatici purtroppo non sono mancati e qui vi riportiamo uno dei drammi più difficili della sua vita.

Fiorello e il dramma che gli ha cambiato la vita

Fiorello si può dire un uomo realizzato e molto fortunato su tutti i fronti, sia quello professionale che quello familiare e di sicuro per lui le soddisfazioni sono state tante, ma i momenti difficili non sono mancati.

Una fase in particolare della sua vita non è stata semplice ed è legata a un momento drammatico che ancora lo commuove. Si tratta della morte di suo padre, un evento che ha cambiato la sua vita, accaduto quando stava partecipando al Festival di Sanremo.

Si tratta di un momento molto drammatico che ha segnato la sua vita e che ha spesso raccontato nelle interviste. Come ha sempre raccontato Fiorello, suo padre stava ballando con sua madre e il momento dopo, si era assentato un minuto, non è più tornato. Lo trovarono privo di vita sul sedile dell’auto.

Fiorello che stava appunto lavorando a Sanremo con Radio Deejay faceva diverse telefonate a casa ma nessuno gli rispondeva. Dopo un po’ finalmente gli dissero che suo padre aveva avuto un malore e che doveva subito ritornare a casa.

Fiorello corse subito a casa, sapendo già che suo padre in realtà era già morto. Fu per lui un momento disperato e come spesso ha detto in alcune interviste, Sanremo per lui è un segno che gli ricorda quel tragico momento.

Questa è una testimonianza dello stesso Fiorello su quella storia: “Il momento più triste della mia vita è stata la morte di mio padre. Stava ballando con mia madre, si è assentato un attimo, l’hanno trovato morto seduto sul sedile.

Io ero all’inizio della mia carriera, a Sanremo con Radio Deejay (non so se l’ho mai detto ma la mia ritrosia per Sanremo nasce da questo evento), chiamavo casa e non mi rispondeva nessuno. Poi ho fatto un giro di parenti e mi dissero che mio padre stava male, di tornare subito (in realtà era già morto)”.