I 10 migliori film romantici del ventunesimo secolo | Da non perdere assolutamente

104
Casablanca

“We’ll always have Paris”. I dieci migliori film romantici del ventunesimo secolo che non potete lasciarvi sfuggire.

A volte si usa dire che qualsiasi storia è in realtà una storia d’amore. Questa dichiarazione è forse abbastanza generalizzante, ma illustra bene l’importanza che noi come pubblico – e come essere umani – diamo alla rappresentazione dell’amore nelle opere di finzione. Se lo storytelling, e di conseguenza anche il cinema, servono a raccontare delle emozioni, non c’è emozione più potente e coinvolgente dell’amore.

I film sentimentali hanno cominciato a riscuotere successo ben presto nella storia del cinema, subito dopo la fase del “cinema delle attrazioni” in cui la forza dei film stava nella spettacolarità visiva invece che nei personaggi. Ecco dunque dieci film romantici realizzati negli ultimi 23 anni da guardare.

Orgoglio e pregiudizio

Orgoglio e pregiudizio, Joe Wright, 2005

Il romanzo di Jane Austen ha ricevuto numerosissimi adattamenti cinematografici e televisivi e quello più di successo è probabilmente il lungometraggio del 2005, Orgoglio e pregiudizio. La coppia protagonista è interpretata da Keira Knightley e Matthew Macfadyen, che insieme riescono a dare vita ad una relazione coinvolgente e complicata nell’Inghilterra rurale di fine Settecento.

A Star Is Born

A Star Is Born, Bradley Cooper, 2018

Il musical, debutto registico di Bradley Cooper, è il terzo remake del film omonimo del 1937 di William A. Wellman. È la storia di una star del rock tormentata dall’alcolismo che instaura una relazione con la giovane e talentuosa cantante Ally. Il film è stato un vero fenomeno alla sua uscita e la canzone che guida la colonna sonora, Shallow, ha ricevuto anche l’Oscar per la migliore canzone. In A Star Is Born l’amore non è un sentimento semplice e si intreccia con le difficoltà della fama e dei problemi personali.

Chiamami col tuo nome

Chiamami col tuo nome, Luca Guadagnino, 2017

Guadagnino è una delle eccellenze che ad oggi l’Italia può offrire in ambito cinematografico. La sua carriera, partita con prodotti dalla fattura non esattamente pregevole, si è pian piano ribaltata con gli anni grazie al suo impegno, studio e talento. Chiamami col tuo nome è l’adattamento del romanzo omonimo di André Aciman e racconta della storia d’amore tra il giovane Elio e lo studente americano Oliver, i due interpretati da Timothée Chalamet ed Armie Hammer. È un amore improvviso ed esplosivo, che cattura e rilascia con egual velocità, ma che non verrà mai dimenticato.

Blue Valentine

Blue Valentine, Derek Cianfrance, 2010

Blue Valentine, come il titolo suggerisce, parla di una storia d’amore piuttosto turbolenta. Il film scritto e diretto da Cianfrance, con Ryan Gosling e Michelle Williams come protagonisti, si divide in due piani temporali: quello dell’inizio della loro relazione dopo il loro incontro e quello del loro matrimonio in crisi cinque anni dopo. La contrapposizione illustra perfettamente i diversi volti delle relazioni amorose: la passione, la gelosia, la noia e la fine dell’amore.

Your Name

Your Name, Makoto Shinkai, 2016

Anche l’animazione è capace di catturare lo spettatore nei propri mondi fatti di dettagli, fantasia ed amore. Il film che più di tutti negli ultimi anni ha saputo intercettare l’idea di romanticismo giovanile è stato Your Name, film che mescola sentimento e fantascienza in una storia che rimane comunque molto semplice. L’innamoramento che coinvolge i protagonisti Mitsuha e Taki è tanto bizzarro e (in un certo senso) immaturo quanto inattaccabile, creando un quadro dolce e avvincente.

Midsommar

Midsommar, Ari Aster, 2019

Senza dubbio l’entry più particolare della lista, Midsommar è un film horror. Già atipico per il genere a cui appartiene dato il ritmo e la fotografia luminosa, Midsommar racconta però di due fidanzati, Dani e Christian, che stanno vivendo una crisi del loro rapporto e partecipano ad un viaggio in Svezia per cercare di riavvicinarsi. Nell’orrore che si scatenerà il focus sarà sempre sulla crisi fra Dani e Christian, creando una rappresentazione dell’amore quando finisce. Lo stesso Aster ha definito il film un “breakup movie”.

La persona peggiore del mondo

La persona peggiore del mondo, Joachim Trier, 2021

La persona peggiore del mondo è un film che riesce ad attualizzare i drammi e i problemi contemporanei, sia in ambito personale, sia interpersonale, sia professionale. La protagonista Julie, interpretata da Renate Reinsve, cambia professione e compagno come paia di calzini, finché non si focalizza sulla fotografia e sul fumettista Aksel. La persona peggiore del mondo non è consapevole solo della vita reale, ma anche delle migliaia di film romantici che lo hanno preceduto, riuscendo quindi a regalare momenti affatto cliché e completamente soddisfacenti.

I segreti di Brokeback Mountain

I segreti di Brokeback Mountain, Ang Lee, 2005

Il film è uno dei romantici-sentimentali più famosi e apprezzati degli ultimi trenta anni. È la storia di Ennis e Jack, due cowboy del Wyoming che vivono un fortissimo desiderio reciproco. Il contesto in cui si sviluppa questa storia d’amore è il vero protagonista: la relazione fra due uomini, nelle zone rurali del Wyoming nel 1963, è vista come qualcosa di indecoroso ed il film riesce a restituire il senso di sofferenza e repressione che Ennis e Jack sono costretti a provare. Da sottolineare le interpretazioni di Heath Ledger e Jake Gyllenhaal.

Carol

Carol, Todd Haynes, 2015

Carol è spesso considerato la controparte femminile de I segreti di Brokeback Mountain. Todd Haynes narra la storia dell’aspirante fotografa Carol Aird e della sua relazione con Therese Belivet a New York nel 1953. La scoperta di sé avviene su tutti i piani per Carol, che è interpretata brillantemente da Rooney Mara; Therese è invece la sempre meravigliosa Cate Blanchett. La messa in scena delicata ma densa di significati rende Carol un film fantastico che racconta un amore difficile in un ambiente difficile.

Se mi lasci ti cancello

Se mi lasci ti cancello, Michael Gondry, 2004

Come in Your Name o Midsommar, a volte aggiungere un pizzico di genere in una storia d’amore aiuta a renderla unica. Se mi lasci ti cancello, più noto col titolo originale Eternal Sunshine of the Spotless Mind, è la storia di Joel e Clementine, interpretati da Jim Carrey e Kate Winslet, raccontata con un intreccio che mescola momenti del loro incontro e della loro crisi, solo che, contrariamente a quanto si pensi, la crisi avviene prima dell’incontro che vediamo. È una storia di destino e di opposizione al destino, di bellezza e bruttezza dell’amore, e in quanto tale è capace di raccontarlo in modo completo.