Home Libri Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve. Recensione

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve. Recensione

CONDIVIDI SU

allan

Se non avete ancora visto il film, vi consiglio di leggere “Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve”. Questo appassionante e spassoso romanzo, scritto da Jonas Jonasson, racconta l’avventura, lunga una vita, di Allan Karlsoon che, nel giorno del suo centesimo compleanno, a pochi minuti dall’inizio dei festeggiamenti alla casa di riposo in cui si trova, prende la fuga scavalcando il davanzale della sua finestra e arriva alla fermata degli autobus.
Non ancora abbastanza soddisfatto, decide di fare una bella marachella e ruba un enorme borsone a un ragazzo dall’aspetto dubbio che glie la aveva affidata pochi attimi prima per andare in bagno. Sfortunatamente il giovanotto è un membro di un’organizzazione criminale dal nome Never Again che di certo non ha intenzione di chiudere un occhio sull’accaduto.
Ma Alan si rivelerà un centenario decisamente fuori dal comune e trascinandosi dietro la sua nuova valigia, decide di intraprendere un viaggio senza destinazione predefinita. Lungo il percorso incrocerà persone davvero stravaganti e interessanti alle quali racconterà la sua vita avventurosa e ricca di incontri con personaggi incredibili e costellata di successi straordinari. E tutto questo senza scordarsi mai di avere la Never Again alle calcagna.
Ma saranno più pericolosi i giovani delinquenti o il nuovo gruppo con a capo il centenario Alan?

il-centenario-che-salto-dalla-finestra-2013-Felix-Herngren-08
un’immagine tratta dal film
CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l’occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio.
In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce…