Home Arte e Mostre I mash up tra classico e contemporaneo di Davide Trabucco

I mash up tra classico e contemporaneo di Davide Trabucco

CONDIVIDI SU

Davide Trabucco, studente di architettura, ha realizzato dei mash up fotografici in cui l’arte del passato e immagini contemporanee coesistono fino a creare una terza figura perfettamente contestualizzata.
Usando la tecnica del collage fotografico e seguendo uno schema fisso, un’immagine quadrata tagliata in diagonale, Davide crea dei giochi di forme, luci e colori dove un modello può tranquillamente completare l’immagine di una statua classica, oppure Marina Abramovich può intraprendere una partita a scacchi con Marcel Duchamp, Ludwig Mies Van Der Rohe entrare nel bar dipinto da Manet, , o ancora le spade laser possono diventare neon nelle opere di Dan Flavin. Questo lavoro ha portato alla luce come spesso gli stessi schemi compositivi si ripetano nel corso di secoli. Il risultato è armonioso e al contempo divertente.

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l’occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio.
In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce…