Home Libri Milano capitale del libro: torna Bookcity

Milano capitale del libro: torna Bookcity

CONDIVIDI SU

5809df76ef67f714519269

Lettori, bibliofili, appassionati e topolini da biblioteca (come me) udite! udite!
Dal 17 al 20 novembre 2016 torna Bookcity Milano, la manifestazione dedicata al libro e alla lettura dislocata in tutta la città. Un’occasione davvero imperdibile capace di raccontare tutta la ricchezza del mondo della lettura che a Milano trova il suo terreno elettivo, non solo per la concentrazione di capacità imprenditoriali ma anche per la fertilità del pensiero creativo che si traduce in autentica passione per i libri, da scrivere e da leggere.
Editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, agenti letterari, traduttori, grafici, illustratori, blogger, lettori, scuole di scrittura, associazioni e gruppi di lettura, il mondo delle scuole e delle università saranno i protagonisti, dal 17 al 20 novembre 2016, di 1.000 eventi, incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura, a partire da libri antichi, nuovi e nuovissimi, dalle raccolte di biblioteche storiche pubbliche e private, dalle pratiche della lettura come evento individuale, ma anche collettivo. Una promozione capillare della lettura e della scrittura attraverso diverse e originali modalità di avvicinamento e coinvolgimento di lettori di ogni età.
Per la sua quinta edizione, Bookcity Milano 2016 arricchisce la sua formula e, oltre al Castello Sforzesco, che per tre giorni diventa il paradiso di chi ama i libri, si aprono al pubblico quattro “punti cardinali”: la Triennale di Milano, con “Le mille e una storia”, omaggio all’arte del racconto, in tutte le sue forme;
il Museo Nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci, con “Futuri possibili”, dove il binomio scienza e tecnologia dialoga con altri saperi e sguardi sul mondo, dalla filosofia alla letteratura alle arti; il Mudec + BASE con “Le identità, l’incontro”, perché la nostra identità non può essere chiusa e autosufficiente, ma si arricchisce nel confronto con l’Altro; il Teatro Franco Parenti, con “La fabbrica dei valori” che si pone la domanda Si possono conciliare i valori materiali e i valori spirituali? Accanto ai punti cardinali, le altre sedi di #BCM16 disseminate nella città ospitano eventi dedicati a tematiche e materie specifiche capaci inoltre di far scoprire ai milanesi luoghi pressoché sconosciuti della loro città: Casa Museo Boschi Di Stefano, Museo Studio Francesco Messina, sale di Palazzo Litta, Sant’Ambrogio, Centro Culturale di Milano, la Società di Incoraggiamento d’Arti e Mestieri, la Casa delle Arti – Alda Merini, al Laboratorio Formentini per l’editoria, Palazzo Mezzanotte e molti altri ancora.
BookCity è un grande festival, ma è anche una galassia di rassegne tematiche, disseminate capillarmente e spontaneamente in tutta la città destinate agli appassionati di filosofia, psicologia, arte, fumetto, fotografia, economia, viaggio, cucina, sport, scienza, economia, digitale, teatro, cinema, televisione.. Milan, l’è un gran Milan, e lo è soprattutto perché è capace di costruire progetti culturali e di condividerli “come nessuno mai”.

CONDIVIDI SU
Cristina Canci

Insegnante di Lettere in puro stile Rottermeier, ma con un cuore nerd prestato al giornalismo, ha fatto del suo rapporto con la penna una questione ontologica. L’Arte, i libri e la cultura in tutte le sue forme sono la sua passione più sfrenata, dopo la cucina, perché, novella Artusi in gonnella, anche l’occhio vuole la sua parte (infatti lei è miope)