Home Storia e Curiosità Luoghi da Scoprire La “Pizzacoteca” di Brera. A Milano la pizza cambia nome e si...

La “Pizzacoteca” di Brera. A Milano la pizza cambia nome e si veste d’arte

CONDIVIDI SU
pizzacoteca_brera_milano_fortementein_01
A Milano la pizza cambia nome e si veste d’arte. Da sempre il connubio arte e cibo è stato foriero di stimoli creativi, mai però come a Milano che è la prima città d’Italia a poter vantare la propria “Pizzacoteca”, e dove se non a Brera?

No, non è un errore, è proprio “Pizzacoteca”, il luogo a due passi dalla celebre pinacoteca che coniuga arte e sapori.

Otto pizze ispirate alle personalità di altrettanti grandi artisti italiani come Tintoretto, Mantegna, Piero della Francesca, Bramante, Tiziano, Caravaggio, Modigliani e De Chirico realizzate con prodotti italiani selezionati e certificati dop, igp e presidi slowfood su un impasto ottenuto con farine rigorosamente macinate a pietra e lievito madre.

Ogni mese si affiancheranno nuovi artisti e nuove ricette in un originale connubio tra due delle principali componenti identitarie di Italia: la cucina e l’arte.

E quale piatto meglio della pizza può riassumere tutto questo?! Ideatori e realizzatori del progetto sono due giovani imprenditori sardi, Giorgio Frau classe ’77 e Roberto Flore classe ’86, già proprietari del Beverin, storico locale milanese nel cuore di Brera che da 50 anni luogo di incontro di artisti e letterati meneghini.

Via Brera 29
CONDIVIDI SU
Cristina Canci
Insegnante di Lettere in puro stile Rottermeier, ma con un cuore nerd prestato al giornalismo, ha fatto del suo rapporto con la penna una questione ontologica. L'Arte, i libri e la cultura in tutte le sue forme sono la sua passione più sfrenata, dopo la cucina, perché, novella Artusi in gonnella, anche l'occhio vuole la sua parte (infatti lei è miope)