Home NEWS Bedda Maki! la cucina va in scena al Martinitt

Bedda Maki! la cucina va in scena al Martinitt

CONDIVIDI SU

Metti una sera a cena, a Milano, la voglia di pesce e lo spettro del fantomatico sushino che si fa strada tra le proposte culinarie. La scelta tra un ristorante siciliano dalla forte tradizione marinara e il giapponese “pettinato” alla milanese è ardua e lo scontro tra il pesce crudo e verace all’isolana e l’elaborato “corrotto” sushi si fa duro. La Tonnara di Toni, ristorante siculo con la sua bella clientela in un quartiere operaio di Milano, entra in crisi, vittima della riconversione degli stabilimenti e dello street food, ora tanto di moda.

Toni ha investito i risparmi di una vita nell’istruzione del figlio Calogero che corre diretto al suo sogno artistico, ma non ha di che compensare le perdite e rischia di dover chiudere per sempre il suo amato ristorante. E allora, quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare mentre una soluzione si delinea all’orizzonte: trasformare La Tonnara in un ristorante fusion, di cucina siculo-giapponese. L’intraprendenza si scontra con il conservatorismo, il vecchio con il nuovo e, dopo equivoci e sorprese, Toni capitola solo quando gli concederanno di rinnovare l’immagine ma non il contenuto, la forma ma non la sostanza.

“Bedda Maki”, di Marco Di Stefano e Chiara Boscaro, vincitori della quarta edizione di “Una commedia in cerca d’autori”, è proprio una commedia tutta da gustare, in scena dal 23 febbraio al 12 marzo al Teatro Martinitt di Milano.

Uno spettacolo giovane, frizzante e gustoso che affida alla cucina fusion (anche un po’ “illusion”) l’incontro-scontro tra generazioni e culture, nata da un fatto autobiografico, fluida e leggera che porta in tavola, lasciando a ognuno la libertà di gustarle (e digerirle) come vuole, molte tematiche contemporanee, dagli eterni problemi fra Nord e Sud all’attuale crisi economica, dalla solidità della cucina italiana Doc alle tendenze “fatue” del food, dal confronto-scontro tra generazioni all’amore nascosto, dalle professionalità mancate a quelle gonfiate, dal rapporto tra tradizione e innovazione e quello tra finzione e realtà.
Un menu ricco e goloso che trova il suo piatto forte nel compromesso, appunto: il “Bedda Maki-sushi” con la melanzana fritta invece dell’alga, sintesi tra ieri e oggi, fedeltà e fantasia, settentrione e meridione e… chi più ne ha, più ne metta.

BEDDA MAKI  di Marco Di Stefano e Chiara Boscaro
diretta da Roberto Marafante, con Roberta Azzarone, Caterina Gramaglia, Franco Mirabella, Lorenzo Parrotto e Arturo Scognamiglio.
Produzione La Bilancia.

Info e prenotazioni:
TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.

Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.

Biglietteria: lunedì 17.30-20, dal martedì al sabato 10-20, domenica 14-20.

Ingresso: 22 euro, ridotto 16 euro.

CONDIVIDI SU
Cristina Canci

Insegnante di Lettere in puro stile Rottermeier, ma con un cuore nerd prestato al giornalismo, ha fatto del suo rapporto con la penna una questione ontologica. L’Arte, i libri e la cultura in tutte le sue forme sono la sua passione più sfrenata, dopo la cucina, perché, novella Artusi in gonnella, anche l’occhio vuole la sua parte (infatti lei è miope)