Home NEWS Bonair Misurina: aria pulita vendesi in comode bombolette spray

Bonair Misurina: aria pulita vendesi in comode bombolette spray

CONDIVIDI SU
Nicola Bombassei

Milano Cortina in uno shottino di aria!
È arrivata l’idea che mancava, si chiama Bonair Misurina il nuovo “mai più senza” per tutti i cittadini bisognosi di una boccata di aria fresca.

Tutto il benessere dell’aria di Misurina, la magnifica località nel cuore delle Dolomiti famosa per le sue favorevoli condizioni climatiche che aiutano i pazienti con malattie respiratorie, la si trova racchiusa in una comoda e pratica bomboletta spray da portare sempre con sé.
Immaginatevi di trovarvi in centro a Milano in un classico pomeriggio plumbeo di traffico e smog, le polveri sottili vi impastano la bocca e l’unica cosa a cui riuscite a pensare è il desiderio ardente di una “fresh air explosion”. Ed è qui che entra in gioco Bonair Misurina: con una semplice mossa l’aria più pura è a portata di mano. È sufficiente avvicinare l’erogatore alla bocca e inspirare l’aria di Misurina. Non è uno scherzo!

Questo progetto nasce dal genio creativo di Chiara Bonel, giovane imprenditrice bellunese che abbiamo avuto il piacere di intervistare. Grazie alla suo know how nel campo del marketing internazionale è riuscita a imbottigliare il segreto della vita sana: l’ARIA.

Come?
Non è stato affatto semplice. La prima campionatura è stata realizzata durante l’inverno dolomitico. Per ottenerla, Chiara si è avvalsa delle migliori tecnologie nel campo della subacquea che le hanno permesso di mantenere al 100% intatte le caratteristiche di purezza dell’aria, a Misurina come in bomboletta.
L’azienda leader mondiale nella produzione di compressori di aria respirabile e camere iperbariche di Desenzano del Garda ha fornito, oltre ad un sommozzatore professionista anche la strumentazione necessaria: l’aria è stata “intrappolata” all’interno di classiche bombole da sub, preventivamente sottoposte a prelavaggio al fine di garantire la totale assenza di residuati aerei diversi. La fase due prevede il trasporto delle bombole a un’azienda nel Veneto che si occupa del confezionamento di cosmetici e farmaci; qui, in camere a contaminazione controllata, vengono finalmente imbottigliate le pratiche bombolette spray Bonair Misurina.

Due i formati a oggi realizzati, quello grande da 100 inalazioni e quello più piccolo, tascabile, da 30, pensato anche per l’hospitality di lusso.

Così come il vento soffia da occidente a oriente anche i progetti di Chiara si stanno librando nell’aria per arrivare da Cortina a Shangai, dove l’inquinamento atmosferico è davvero una piaga. Bonair Misurina non è un dispositivo medico, non va a sostituire un farmaco, ma potrebbe donare un sorso di aria pura per un’esperienza di vero piacere.

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l’occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio.
In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce…