“Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese io canto”, potrebbe essere questo il lei motiv di un piccolo capolavoro di animazione che porta nelle sale nostrane un Leonardo da Vinci, più “vero del vero”. Un Leonardo geniale senza dubbio, ma anche ribelle, fedele ai suoi amici e un po’ innamorato è quello di “Leo da Vinci Missione Monna Lisa”, lungometraggio d’animazione firmato dagli Alcuni di Treviso.

Un Leonardo da Vinci che parla ai più piccoli e strizza l’occhio ai più grandi grazie alla regia di Sergio Manfio, autore anche della colonna sonora del film, “Il tempo intorno” di Riki, cantautore rivelazione di Amici. Scoperte geniali, invenzioni intelligenti, momenti dedicati al divertimento e un grande sogno: riuscire a volare sono gli ingredienti di questo nuovo “tributo” al genio nostrano in cui i protagonisti sono tre, Leo, la bella e determinata Lisa, ragazza di campagna che si caccia in un brutto guaio all’inizio del racconto e che la naturale cavalleria di Leo non può non aiutare, e Lorenzo, l’inseparabile amico pasticcione di Leonardo, complice di mille scorribande.

Una avventura alla Verne in cui Leonardo Da Vinci adolescente è alle prese con la propria vulcanica creatività, espressa in mezzi di locomozione elaborati, come Botte e lo Schifandro, e un misterioso tesoro sottomarino nelle acque che circondano l’Isola di Montecristo, contrastati da una compagnia di corsari.

Un mondo fantastico, una favola avvincente che parla dell’importanza dei sogni, da vivere, inseguire e realizzare, anche quando sembrano irraggiungibili senza dimenticare che e non ci si cala nella realtà risulterà difficile rapportarsi con chi si ama.