Dal 9 marzo scorso Mattel ha dato il via in tutto il mondo alle celebrazioni per il 60° anniversario di Barbie, la fashion doll più famosa al mondo, che fin dal 1959 si pone come missione del brand ispirare il potenziale infinito che c’è in ogni bambina.

Come afferma Ruth Handler: “Ad ispirarmi nella creazione di Barbie è stata la volontà che, attraverso la bambola, le bambine potessero immaginare di essere tutto ciò che desiderano”. Fin dal 1959, infatti, la missione del brand è quella di dare valore al potenziale infinito delle bambine affinchè siano consapevoli di poter raggiungere qualunque traguardo. Per il suo 60° anniversario, con un programma di ricerca dedicato, Barbie ha puntato i riflettori sul “Dream Gap”: quel fenomeno che si verifica nelle bambine intorno ai 5 anni e che le porta a perdere fiducia nelle proprie capacità. Infatti, a dispetto dei loro coetanei di sesso maschile, intorno a quest’età le bambine smettono di credere di poter intraprendere alcune carriere. Con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza e l’attenzione sui fattori che ad oggi causano questo fenomeno, Barbie ha lanciato la campagna #ChiudiamoIlDreamGap al fine di sensibilizzare maggiormente famiglia, scuola e società su questo argomento.

In occasione del suo 60° anniversario, il brand ha deciso di celebrare a livello globale la più ampia scala di modelli femminili, con l’obiettivo di poter ispirare la futura generazione di donne.

In Italia le celebrazioni sono iniziate a Marzo con la chef stellata Rosanna Marziale, per poi proseguire ad Aprile con Elisa, cantautrice, polistrumentista e produttrice musicale e a Maggio con Sandra Savaglio, Astrofisica. È ora la volta di Alberta Ferretti, affermata stilista conosciuta in tutto il mondo.

Per ispirare il cambiamento, a partire dal 2015 a livello globale e dal 2018 in Italia, Barbie ha dato vita al programma “Shero”, con cui si impegna ad aiutare le bambine a credere nel proprio talento e a immaginare tutto ciò che possono essere nel loro futuro, mostrando alle giovani di tutto il mondo dei modelli di ruolo positivi o Shero (così le abbiamo chiamate): donne di ieri e di oggi provenienti da diversi campi e background che sono state in grado di rompere gli schemi. Ad alcune di queste donne è dedicato il più alto riconoscimento concesso dal brand, una Barbie ONE OF A KIND, una bambola in copia unica e con le loro sembianze, al fine di celebrare  il ruolo che hanno avuto nell’aumentare la consapevolezza delle infinite possibilità a disposizione per le bambine di tutto il mondo.