Per non passare un Halloween tra qualche banale festa in maschera o un locale affollato di gente potete sempre scegliere di passarlo con un fantasma. Infatti, proprio per la notte più horror dell’anno la torre del fantasma di Castello Dal Pozzo, sul Lago Maggiore, sarà per la prima volta prenotabile in esclusiva su Airbnb.
Solo quattro persone potranno pernottare nelle due camere della torre la notte del 31 ottobre in compagnia del fantasma della marchesa Barbara.

Non perdete tempo perché le stanze saranno prenotabili sul sito da oggi, venerdì 18 ottobre alle ore 12.00. Le camere a disposizione sono la camera ‘Antonietta’ e la camera ‘Vittoria Teresa’ al prezzo di €50 ognuna.

I quattro coraggiosi che prenoteranno la stanza nella torre di Barbara per la notte di Halloween, saranno accolti il 31 ottobre al castello dai Marchesi Dal Pozzo in persona, che li accompagneranno in un tour privato della tenuta, prima di condurli alle loro stanze. Parteciperanno poi alla cena, rigorosamente in maschera, e alla festa a tema insieme ad altri invitati dei Marchesi, prima di rimanere finalmente soli, o meglio, in compagnia del fantasma di Barbara.

Ritratto della Marchesa Barbara

Per tutti coloro che vorranno soggiornare nella torre di Castello Dal Pozzo in futuro, le due stanze saranno nuovamente prenotabili su Airbnb a partire da aprile 2020.

Ma come nasce la “leggenda” del fantasma? Nel 1400 Castello Dal Pozzo era dimora di nobili Visconti e della loro giovane e bellissima figlia Barbara. Quest’ultima, già promessa sposa a un vicino feudatario, si innamorò perdutamente di Messer Matteo, un giovane e aitante capitano che subito ricambiò il sentimento di lei. Per consolidare il loro amore clandestino, i due decisero di fuggire insieme, ma il padre Alberto scoprì il piano e rinchiuse la figlia nella torre del castello. La leggenda narra che, distrutta dalla separazione, Barbara sprofondò in una inconsolabile disperazione e morì nella torre dove era stata rinchiusa. Ancora oggi, di tanto in tanto, qualcuno dice di vedere un’ombra soffermarsi alla finestra della torre e scrutare il lago in lontananza”.