La serie tv This Is Us, amatissima e diventata cult in pochissimo tempo, avrà una versione tutta italiana, l’idea nasce da Rai e Cattleya, la maggiore casa di produzione cinematografica e televisiva indipendente in Italia, all’attivo e dalle dichiarazioni di Riccardo Tozzi, presidente della Cattleya, per ora abbiamo solo un titolo provvisorio “Noi” e la speranza di poter iniziare le riprese già a fine 2020, sempre nel rispetto delle normative alla lotta contro il Coronavirus, per quanto riguarda i possibili interpreti invece non si sa ancora nulla.

Qualche tempo fa vi avevamo parlato di This Is Us, la americana iniziata nel 2016 trasmessa in Italia su Fox e adesso disponibile in streaming su Amazon Prime Video, la recensione racconta come questo prodotto fosse stato di grande successo perché ognuno ci si poteva rispecchiare nelle piccole e grandi cose della vita, ad aiutare particolarmente un racconto emozionante capace di far scendere una lacrima anche ai più cinici. Il trailer parla da solo.

Alla notizia che ne avrebbero fatto un remake italiano ammetto che, all’inizio, ho storto un po’ il naso, la serie originale è talmente bella che il rischio del flop potrebbe essere dietro l’angolo, ma viste le ultime produzione di grande successo e di qualità Made in Italy, come Suburra o ZeroZeroZero, perché non dargli una possibilità?

Il remake di ‘This Is Us’ ripercorre le orme di una formula già sperimentata con ‘Tutto può succedere’, adattamento della serie americana ‘Parenthood’, prodotta sempre da Cattleya e trasmessa dal 2015 al 2018 su Rai 1. Anch’essa ascrivibile al genere family drama, ‘Parenthood’ aveva il suo punto di forza nella narrazione d’insieme ed era a sua volta ispirata all’omonimo film di Ron Howard, uscito nel 1988. Mescolando toni seri e leggeri, ‘Tutto può succedere’ ha raccolto fin dai primi episodi ottimi ascolti, forte di un’appassionante storia corale e un pool di protagonisti molto affiatato, in cui figuravano Giorgio Colangeli, Licia Maglietta, Pietro Sermonti, Maya Sansa, Ana Caterina Morariu, Alessandro Tiberi, Camilla Filippi, Fabio Ghidoni ed Esther Elisha.

Non ci resta che attendere la versione italiana “Noi” per capire se sarà un altrettanto successo.