Immagine della serie tv Peaky Blinders dove alcuni uomini con il berretto camminano verso la telecamera

Manca sempre meno all’uscita dell’attesissima Peaky Blinders 6, le riprese cominceranno al più presto e indiscrezioni, che arrivano direttamente dal creatore Steven Knight, fanno intuire una possibile data di uscita che vi sveleremo tra pochissimo, oltre alle prime descrizioni che la vedono come la stagione più importante dell’intera serie.

Purtroppo Peaky Blinders 6, come tantissime altre serie tv è dovuta stare ferma per i gravi problemi dovuti all’emergenza Covid-19, la produzione era iniziata all’inizio del 2020 quando ha dovuto spegnere necessariamente i motori e la BBC ha interrotto le riprese mettendo tutto in lockdown, ma non il copione che, visto i lunghi tempi di attesa e la possibilità di non avere scadenze a breve termine, è stato ripreso in mano da Knight per creare qualcosa di unico, la sceneggiatura così è stata riscritta nel dettaglio con un risultato che lo stesso Knight definisce eccezionale, concorde con lui anche il regista Anthony Byrne, avido di lettura non ha potuto fare a meno di divorare il copione per restare colpito dalle tematiche “così sofisticate” e la profondità psicologica finemente curata che porta inoltre a incredibili colpi di scena.

Un dettaglio possiamo svelarlo in anteprima, il nostro amato protagonista Thomas Shelby, interpretato dall’attore Cillian Murphy, resterà saldamente nel cast e per quanto lo abbiamo lasciato con una pistola puntata alla tempia, quel proiettile non arriverà a destinazione. Sembra proprio che la sesta stagione di Peaky Blinders infatti riparta proprio da quel frame, a rivelarlo proprio Knight, si riparte da Tommy con la pistola alla testa e per la prima volta la serie manterrà un continuo, senza salti temporali, che hanno caratterizzato le scorse stagioni, “Ci muoveremo da quell’esatta immagine andando avanti poi a mostrarvi l’esito di quell’incredibile momento… sarà grandioso”, ha aggiunto anche qualche dettaglio succulento su quello che succederà proprio nei primi minuti “La serie tv ha sempre rappresentato la storia di una famiglia, quella degli Shelby, a cavallo tra due guerre, i due più sanguinosi conflitti dello scorso secolo. Così ho immaginato un Tommy vivo e vegeto mentre sullo sfondo una sirena annuncia l’inizio di un raid aereo su Birmingham”.

Primo piano di Thomas Shelby nell'ultima puntata della quinta stagione di Peaky Blinders mentre si punta una pistola alla testa

Ma questo è solo un preludio di quello che capiterà lungo tutta la sesta serie di Peaky Blinders che vedrà altri conflitti molto complessi, gli Shelby dovranno ancora vedersela con Mosley in una partita che il regista dello show giudica “lunga”, forse quanto l’intera stagione. Thomas dovrà mostrare “Pazienza e calma, quando gli altri vogliono reagire. Sta combattendo i suoi istinti e il suo comportamento. Questa è la cosa più pericolosa. Vuole uccidere Mosley, ma sa di non poterlo fare. Deve combatterlo in un modo diverso. Mosley tira fuori il peggio da Tommy Shelby. Credo che sia qui che la scrittura di Steven Knight sia così sofisticata. Per combattere contro Mosley, Tommy finisce per dover combattere contro se stesso”. Quindi si va sempre più negli abissi della psiche di Tommy, anche il titolo della prima puntata converge verso quella direzione, infatti si intitola: Black Day, Giorno nero.

foto fi progilo di Tommy con un nuovo taglio di capelli per la sesta stagione di Peaky Blinders
Il nuovo taglio di capelli di Tommy, ancora più estremo, a evidenziare un progressivo e drammatico deterioramento interiore del protagonista. Foto dal set.

Un’altra direzione che prenderà lo show potrebbe essere l’introduzione nel cast di personaggi del cinema, le richieste da parte delle star stanno arrivando a più non posso, “Un gran numero di persone ci hanno contattato per prendere parte alla serie. C’è Brad Bitt, Snoop Dogg, perfino A$AP Rocky. Penso che nella sesta stagione apriremo un po’ la porta a qualche celebrità del cinema. L’importante è che si adatti: sceglieremo il migliore attore per la parte, come accaduto per Sam Claflin che interpreta Mosley. Lui è perfetto!”.

Il creatore di Peaky Blinders è sempre stato molto restio a inserire camei nella sua creazione. “Ho sempre avuto difficoltà quando il pubblico conosce una persona da altri show, crea molta distrazione”. Vedremo cosa, o meglio chi apparirà in Peaky Blinders 6.

Ma arriviamo al punto saliente, quando potremo finalmente vedere la serie?
Era marzo quando il registra, attraverso un tweet aveva dato alcuni aggiornamenti circa la data di uscita, “Siamo così vicini all’inizio delle riprese della sesta stagione. Mesi di duro lavoro per la nostra squadra così talentuosa, devota e stakanovista. I set sono stati costruiti, i costumi realizzati, camere e lenti testate, le ambientazioni prenotate, tutti i preparativi sono fatti. È davvero un peccato non poter iniziare in questo momento. Ma personalmente voglio ringraziare tutta la squadra con cui ho speso mesi di lavoro e voglio mandare il mio amore e supporto a loro e a chiunque altro. Lo affronteremo insieme”. A questo messaggio purtroppo non è arrivata ancora una conferma ufficiale dalla BBC e da Netflix, a seguito però, sempre il regista comunicava tramite un altro tweet che prospettava quattro mesi per le riprese più altri sei mesi per il montaggio, in Inghilterra molte serie stanno ripartendo avendo avuto il via libera dopo le modifiche apportate nel rispetto delle normative anti Covid-19, quindi avendo alla mano tutti questi elementi è possibile che avremo già nel 2020 delle informazioni concrete con la molto probabile possibilità che la serie sarà messa in onda nel canale britannico della BBC per l’autunno 2021 e a seguire sulla piattaforma Netflix che mantiene i diritti di distribuzione al di fuori del suolo inglese.

Non ci resta che aspettare ancora qualche mese per avere le conferme tanto desiderate.