bruciata la colonia felina di Milano innagini dell'incendio

È stata bruciata la colonia felina di Milano, il luogo e riparo sicuro per tutti quei gatti senza casa che, in quegli spazi potevano trovare un rifugio sicuro, dove sapevano di trovare ciotole piene, acqua, cucce calde e morbide e giochi, ma adesso tutto questo non c’è più e si riduce a un cumulo di cenere. Un incendio ha divorato tutto distruggendo la colonia felina che si trova in via Rizzoli a Milano, lo spazio gestito da volontari che accoglieva i gattini randagi senza una casa.

A denunciare l’accaduto con un post su Facebook è stato Gianluca Comazzi, consigliere regionale capogruppo di Forza Italia al Pirellone e consigliere comunale, “A Milano dei balordi senz’anima hanno appiccato un incendio nella colonia felina di via Rizzoli, mandando in fumo le cucce e i rifugi dei gatti. Solidarietà ai volontari, che ho contattato oggi pomeriggio e che hanno già sporto denuncia alle autorità. Farò di tutto per individuare questi delinquenti”.

bruciata la colonia felina di Milano a sinistra prima dell'incendio a destra dopo l'incendio

Insieme alle parole pubblica anche le sconvolgenti immagini a dimostrazione di quello che resta, praticamente niente, dove prima c’era un clima di gioia e serenità per questi gatti senza dimora, adesso c’è solo cenere e desolazione.

La volontaria Mariella Petilli è sconvolta e addolorata, “Mi stupisco di tanta cattiveria. Il frutto del mio lavoro e di tanta altra gente è ridotto in cenere. Tocca ricominciare da capo: di sicuro, i gatti non li abbandono”. È lei che lunedì mattina ha trovando tutte le cucce e i giacigli della colonia felina di via Rizzoli, di cui si occupa da poco più di un anno, divorati da fiamme. “È stato un colpo al cuore, non si è salvata neppure una casetta. Ho subito cercato i mici, che per fortuna sono riusciti a scappare ma restano molto spaventati. Non ho idea di chi possa essere stato, non c’è mai stato un litigio”.

In questa orribile situazione per fortuna c’è una nota positiva, tutti i gatti sono riusciti a salvarsi, un respiro di sollievo per i volontari e per tutti. Adesso quello che c’è da fare è ripartire, non sarà facile, manca tutto e quei mici, che i volontari curavano con tanto amore, sono rimasti senza un rifugio. “Esprimo solidarietà ai volontari che, con dedizione e amore, accudiscono la colonia felina data alle fiamme la scorsa notte – il commento del presidente del Municipio 2 Samuele Piscina – da amante degli animali, auspico che i delinquenti senza cuore che hanno appiccato l’incendio siano riconosciuti e puniti come meritano. Accanirsi in questo modo con dei gattini inermi è un atto vigliacco e privo di giustificazioni”. “Nella Milano che vogliamo non c’è spazio per individui capaci di simili nefandezze” ha concluso Comazzi che ha poi chiesto al sindaco Sala e alla vicesindaco Scavuzzo una maggiore tutela verso le aree dedicate agli animali attraverso controlli della polizia locale e anche l’installazione di dispositivi tecnologici così da evitare che episodi del genere possano ripetersi e magari finire in tragedia.