McDonald's hamburger Vegan esempio scatola

McDonald’s lancia sul mercato il suo primo hamburger Vegan e si chiamerà McPlant, questo nuovo panino andrà a inserirsi nella vasta scelta di prodotti già presenti così da colmare un vuoto importante che escludeva una certa fascia di consumatori. L’azienda ha dichiarato che testerà il prodotto sui mercati chiave nel 2021. Un nuovo panino fatto con «carne vegetale» si fa strada tra quelli tradizionali, il gusto, assicurano, sarà simile agli hamburger che hanno fanno la storia del Clown più famoso del mondo, inoltre Ian Borden, presidente di McDonald’s International, ha dichiarato che la gamma vegan, “potrebbe eventualmente includere anche “pollo” a base vegetale e panini per la colazione”.

Il McPlant sarà un hamburger completamente senza carne, costituita solamente di sostanze vegetali, è possibile, ma non ancora confermata, la collaborazione con Beyond Meat, l’azienda leader nel settore della “carne-non-carne”, una partnership nata già l’anno scorso con la sperimentazione del panino P.L.T. acronimo di, plant, lettuce, tomato, distribuito solo in Canada e in Germania. L’attesa è altra, soprattutto perché l’azienda si trova a dover restare al passo con i tempi e con i suoi competitor, come Burger King che già un anno fa ha lanciato sul mercato internazionale il Rebel Whopper, il sandwich a base di carne vegetale.

McDonald's hamburger Vegan versione p.l.t di beyond meat

La richiesta di persone che scelgono di diminuire o eliminare la carne dalla propria alimentazione, nell’ottica della sostenibilità e non solo come scelta animalista, è sempre più alta di conseguenza McDonald’s non poteva esimersi da rispondere a questa domanda.

Non sono tardate ad arrivare le polemiche sul nuovo prodotto, alcune più superficiali, come la scelta del nome che ha scatenato l’ilarità sui social per essere troppo ovvio e molto Anni ’90, fino a polemiche e dubbi più importanti, ovvero se questi prodotti siano effettivamente adatti ai vegani perché è possibile che i burger fatti con proteine vegetali vengano cotti sulle stesse griglie di quelli tradizionali, vanificando l’opzione per i vegani. Alcuni hanno già fatto notare che le patatine fritte vengono cotte in grassi di origine animale, se dovesse esserci così poca attenzione, questo andrebbe a “saziare” la fetta di clienti a cui interessa solo una più vasta scelta di prodotti per rispondere alle proprie esigenze alimentari “salutiste” o puramente di gola.

La pandemia sta cambiando radicalmente il modo di mangiare dei consumatori che, a volte inconsapevolmente, scelgono di rivolgere la propria attenzione verso ciò che appare più sano, più sostenibile e sempre più fast, non potendo più andare al ristorante. Infatti, anche dal punto di vista delle consegne McDonald’s sta pianificando di rendere più facile per i clienti ordinare tramite l’app e si impegna a migliorare la velocità e la precisione delle consegne.

Alessandra Chiaradia
È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l'occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio. In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce...