The Wheel of Time, la nuova serie fantasy Amazon le immagini, il trailer e tutto quello che sappiamo della storia

Articoli Consigliati

- Advertisement -

Amazon ha ufficialmente rilasciato nuove immagini in anteprima per il suo prossimo adattamento televisivo di The Wheel of Time, basato sui libri del defunto autore Robert Jordan. La serie ha già alimentato l’attesa dei fan mostrando in anteprima rapidi teaser dei personaggi, un logo ufficiale e un poster che conferma una data di uscita per la stagione 1 su Amazon Prime Video a novembre. Ecco tutto quello che sappiamo finora.

Le nuove immagini per The Wheel of Time, per gentile concessione di Entertainment Weekly, ci danno un primo sguardo al cast principale della serie, così come un momento tranquillo tra Egwene al’Vere (Madeleine Madden) e Rand al’Thor (Josha Stradowski), una ripresa del personaggio Logain (Álvaro Morte) tenuto prigioniero dall’ordine mistico conosciuto come le Aes Sedai e un’anteprima più intensa di una scena in cui il guardiano Lan Mandragoran (Daniel Henney) deve proteggere Moiraine Damodred (Rosamund Pike) dalla città infestata di Shadar Logoth.

The Wheel of Time

Il cast

- Advertisement -

Oltre a Pike, Henney, Stradowski, Madden e Morte, il cast de La ruota del tempo vede anche Marcus Rutherford come Perrin Aybare, Zoë Robins come Nynaeve al’Meara, Barney Harris come Mat Cauthon e Michael McElhatton come Tam al’Thor, oltre a Maria Doyle Kennedy, Priyanka Bose, Daryl McCormack, Sophie Okonedo, Clare Perkins e Kae Alexander. Rafe Judkins (Agents of S.H.I.E.L.D.) è lo showrunner, mentre Uta Briesewitz (Black Sails, Westworld) dirige i primi due episodi.

Il trailer

Finalmente Amazon ha rilasciato il trailer della prima stagione di The Wheel of Time, lo show è stato anticipato già diverse volte con brevi video a introdurre piccoli particolari, come questo qui sotto, adesso invece abbiamo una visione più ampia di quello che ci aspetta e si preannuncia epico.

Ecco il primo trailer ufficiale.

 

Iniziata nel 1990, la serie di libri high fantasy ha introdotto un ricco mondo con personaggi complessi, magia, pericolo dietro ogni angolo e una battaglia ciclica tra luce e oscurità. L’autore Robert Jordan ha ideato questa storia epica, anche se non è riuscito a finirla personalmente. Jordan è morto mentre lavorava all’ultima parte della serie, usando gli esaurienti appunti e lavorando con la vedova Harriet McDougal, Brandon Sanderson ha preso in mano questo lavoro e ha completato quella parte con tre romanzi. Il tomo finale è arrivato nel 2013.

Con l’imminente adattamento televisivo di Amazon Prime Video all’orizzonte, si potrebbe cercare di capire l’essenza de The Wheel of Time senza spoiler. Si tratta di un mondo tentacolare ancora più complesso di Game of Thrones, quindi ci atterremo solo alle basi.

The Wheel of Time

Quanti libri ci sono?

La serie della The Wheel of Time è composta da 14 libri, più un prequel. Le storie hanno una media di 826 pagine ciascuno.

L’elenco completo dei titoli della serie è: The Eye of the World (L’occhio del mondo), The Great Hunt (La grande caccia), The Dragon Reborn (Il drago rinato), The Shadow Rising (L’ascesa dell’Ombra), The Fires of Heaven (I fuochi del cielo), Lord of Chaos, A Crown of Swords (La corona di spade), The Path of Daggers (Il sentiero dei pugnali), Winter’s Heart (Il cuore dell’inverno), Crossroads of Twilight (Crocevia del crepuscolo), Knife of Dreams (La lama dei sogni), The Gathering Storm (Presagi di tempest), Towers of Midnight (Le torri di mezzanotte) e A Memory of Light (Memoria di luce). Il prequel si intitola New Spring (Nuova Primavera).

Bisogna leggere tutti i libri per capire la trama? Sì, più o meno. Jordan condivide informazioni fondamentali in tutto il libro, ma a volte sono sepolte in tutti i meandri. Non consiglio di saltarne nessuno, ma se dovete, potete saltare Crocevia del crepuscolo e leggerne un riassunto.

The Wheel of Time

Le basi della trama

Per inquadrarla in modo molto semplificato, The Wheel of Time è una storia con una posta in gioco molto alta sul bene contro il male con una bella spolverata di stereotipi sul viaggio dell’eroe. È un racconto del Prescelto. L’Oscuro, una formidabile forza del male, vuole influenzare l’universo e distorcere le menti e alla fine renderlo il suo mondo. Un personaggio del libro lo descrive come “l’incarnazione del paradosso e del male, il distruttore della ragione e della logica, il demolitore dell’equilibrio, il disfattore dell’ordine”.

L’Oscuro e i suoi numerosi scagnozzi sfidano i nostri eroi ad ogni passo, a volte anche nel mondo dei sogni. Il Drago, il leader della Luce, è il predestinato ad affrontare l’Oscuro. Reincarnazione di una sola anima, il Drago ha combattuto l’Oscuro più e più volte, i suoi alleati sono pari a quelli dell’Oscuro. The Wheel of Time esplora i protagonisti di questa battaglia, chi è rinato come il Drago e quale ruolo hanno le varie terre del mondo, è un territorio grande con una politica intricata, che ci porta a…

Com’è questo mondo?

The Wheel of Time racconta una storia che è accaduta più e più volte. Le prime parole della serie spiegano: “La Ruota del Tempo gira e le Epoche vanno e vengono, lasciando ricordi che diventano leggenda. La leggenda svanisce nel mito e anche il mito viene dimenticato da tempo quando torna l’Era che l’ha fatto nascere”.

Le Profezie del Drago predicono gli eventi dell’attuale Era e indicano chi è la reincarnazione del Drago. Se pensavate che analizzare in dettaglio le saghe in Game of Thrones fosse uno spasso, aspettate e vedrete. I personaggi scoprono pezzi di queste profezie man mano che procedono nei viaggi, quindi non saltate avanti nella storia per cercarle, perché vi rovinerete il racconto.

E cosa sarebbe un mondo fantastico come questo senza la magia? Questo è l’Unico Potere tratto da qualcosa chiamato la Vera Sorgente; è esercitata da canalizzatori che hanno forze legate agli elementi, cioè i Cinque Poteri. Essi tessono i flussi di elementi come se fossero incantesimi e l’Unico Potere è la chiave nella questione dell’Oscuro contro il Drago.

Due metà compongono l’Unico Potere: la metà femminile chiamata saidar e la metà maschile chiamata saidin. Quest’ultima, saidin, è macchiata all’epoca della storia (non lo era prima). I canalizzatori maschi sono rari, spesso impazziscono se cercano di attingere all’Unico Potere. Molte, ma non tutte, le canalizzatrici appartengono a un’organizzazione chiamata Aes Sedai. Spiegare la gerarchia e i principi delle Aes Sedai richiede un articolo dedicato, quindi per ora, pensate a loro come un Ordine Jedi di sole donne diviso in diverse Ajah. La maggior parte delle Aes Sedai ha un Warder, una specie di guardia del corpo.

Nota importante: il mondo di The Wheel of Time non ha un nome come la Terra di Mezzo.

Chi sono i protagonisti principali?

The Wheel of Time ha circa 100.000 personaggi. Usate i glossari in fondo ai libri se avete bisogno di aiuto per tenere traccia di tutti e di come si pronunciano i loro nomi. Dare un nome ai personaggi principali può essere soggettivo, iniziamo con i cinque protagonisti che vengono strappati dal loro piccolo villaggio, Emond’s Field, per essere catapultati in un mondo decisamente incredibile rispetto alle loro tranquille vite precedenti: Rand al’Thor, Egwene al’Vere, Perrin Aybara, Matrim “Mat” Cauthon e Nynaeve al’Meara. Ogni personaggio ha una storia che a volte trascina dentro altri personaggi di questo gruppo, mentre altre volte si divide in una direzione solitaria. Passando dalle loro prime apparizioni alle ultime… non crederete a quanta strada faranno.

Sarei irragionevole a non nominare anche Moiraine Damodred, una Aes Sedai alla ricerca del Drago Rinato. Arriva a Emond’s Field con Lan proprio come fanno i tirapiedi dell’Oscuro, è lei che conduce il gruppo fuori dalla loro casa per portarli nel vasto mondo. Questa è la premessa dell’adattamento di Amazon Prime Video: Moiraine porta questi giovani nel mondo e da quel momento in poi succedono tante, ma proprio tante cose.

- Advertisement -

Non perderti anche