Animali fantastici 3: i segreti di Silente è l’ultimo, disperato tentativo della Warner Bros per salvare la trilogia dal fallimento

Articoli Consigliati

- Advertisement -

La trilogia di Animali fantastici ha sofferto di una accoglienza estremamente scarsa finora, e Animali fantastici 3: I Segreti di Silente, che apparentemente sposta l’attenzione su Albus Silente, beniamino dei fan, è l’ultimo, disperato tentativo della Warner Bros per salvare la trilogia dal fallimento quasi totale e ricollegarla all’amato franchise di Harry Potter.

I romanzi di J.K. Rowling su Harry Potter e i film che ne sono seguiti hanno ancora il potere di essere uno dei più grandi fenomeni creativi della storia, quindi, naturalmente, è stato provato a riportare tutto dell’hype con il prequel Animali fantastici. Sfortunatamente, i film non sono riusciti a connettersi allo stesso pubblico che ha amato gli originali, lasciando alla Warner Bros un’ultima possibilità di salvare il franchise.

La trama incoerente, i cambiamenti nel focus narrativo e lo sviluppo dei personaggi che non funzionano, giocano tutti un ruolo findamentale nelle difficoltà della trilogia.
Animali fantastici e dove trovarli ha aperto una premessa che era fantastica, fresca e, soprattutto, divertente, il film ha introdotto un mondo lontano da Hogwarts e ha trasportato i personaggi in situazioni del mondo reale. Il primo tentativo della Rowling come sceneggiatrice fu comprensibilmente problematico e il finale di Dove trovarli dimostrò che era una principiante, nonostante la sua abilità nello scrivere romanzi. Il primo film finiva come il risveglio da un brutto sogno: con i ricordi cancellati e i danni riparati. Animali fantastici: I Crimini di Grindelwald ha relegato le bestie fantastiche a espedienti della trama che guidavano la storia verso un confronto tra il mago oscuro e il futuro mentore di Harry Potter, Silente. I Crimini di Grindelwald è stato un’enorme delusione e può essere considerato uno dei sequel più disordinati in termini di trama, personaggi e sbalzi narrativi.
I Segreti di Silente non è altro che un trucco per costringere i fan a tornare nei cinema spostando la narrazione su un personaggio ben noto, a quanto pare, la WB ha tratto vantaggio dalla triste performance del secondo film e ha deciso che il semplice coinvolgimento di Silente non era sufficiente per i fan, ma doveva essere l’obiettivo principale per il futuro dei film, anche a costo di mettere in disparte Newt Scamander che a tutti gli effetti è il protagonista.

- Advertisement -

Animali fantastici 3: I Segreti di Silente

La mancanza di pianificazione sembra essere la più grande rovina della trilogia, dato che la serie è passata dall’avere poche menzioni di Silente nel primo film a girare interamente intorno su di lui e ai suoi segreti nel terzo.
Aggiungere Silente al titolo urla disperazione e attira ovvi paragoni con i sequel di Star Wars. C’è, naturalmente, anche la possibilità che Silente non sia poi così coinvolto, e che il titolo stesso sia un trucco (molto simile a L’ascesa di Skywalker), che ha il potenziale di far arrabbiare i fan ancora di più dell’abbandono di Newt. Sembra davvero che questa sia una situazione insormontabile, e con i problemi che circondano il ruolo di Grindelwald, principalmente Johnny Depp che è stato licenziato e Mads Mikkelsen ha preso il suo ruolo, la trilogia ha avuto la sua giusta quota di urti e contusioni, così il titolo del film e la rielaborazione degli sceneggiatori sembra essere un tentativo di nasconderli dietro un volto familiare e presentare ai fan di Harry Potter di vecchia data una distrazione sotto forma di Silente.

Animali fantastici 3: I Segreti di Silente

Si può sostenere che il titolo del capitolo conclusivo dovrebbe essere semplicemente I Segreti di Silente, senza Animali fantastici a questo punto. La parte finale di qualsiasi trilogia è il film più importante, e I Segreti di Silente ha certamente del lavoro pesante da fare, ma questo non si presenta come il finale della trama, ma piuttosto come un film indipendente che ha completamente abbandonato la premessa originale, tutto sommato, sembra come se Animali fantastici abbia perso la strada all’inizio e si sia concentrato sulle cose sbagliate, nel bene e nel male, il team è deciso a continuare su questa strada. Il pubblico deve sedersi e aspettare di vedere se Animali fantastici 3: i segreti di Silente potrà salvare il franchise o se sarà solo un deludente espediente da quattro soldi.

- Advertisement -

Non perderti anche